Lega: procuratore Greco, indagine lunga, nessuna necessità di sentire Salvini

lega francesco greco matteo salvini 
VASILY MAXIMOV / AFP
Matteo Salvini durante una visita a Mosca

Non c'è necessità da parte della procura milanese di sentire Matteo Salvini nell'ambito dell'indagine sui presunti finanziamenti russi alla Lega. Lo ha affermato il procuratore Francesco Greco. "Assolutamente no", ha risposto alla domanda dei giornalisti". 

"Le indagini sono lunghe, laboriose, complesse, internazionali", ha aggiunto, specificando che oggi non sono previsti interrogatori ma solo "un confronto di idee tra i magistrati". In mattina si è svolto un vertice tra Greco e il procuratore aggiunto Fabio De Pasquale, che segue le indagini assieme ai pm Gaetano Ruta e Sergio Spadaro. Quanto alla possibilità di una rogatoria in Russia, Greco ha chiarito: "Se anche la facciamo abbiamo bisogno di tempo per tradurla".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.