La Lega fa l'elenco delle Grandi Opere bloccate dal M5s

Il ministero delle Infrastrutture boccia la Gronda di Genova e per tutta risposta il Carroccio pubblica la lista l'elenco degli 'stop' che il Movimento ha imposto

Grandi opere bloccate M5s

Torna lo scontro tra Lega e Movimento 5 stelle sulle grandi opere. Il Mit ha pubblicato sul proprio sito le analisi costi benefici e l'analisi giuridica relative alla Gronda di Ponente e interconnessione A7-A10-A12. "La risultanza delle valutazioni condotte suggerisce - si legge - di cogliere l'opportunità di perseguire opzioni infrastrutturali più efficienti in termini trasportistici, ambientali e finanziari, che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti auspica possano, a partire dallo studio effettuato, essere approfondite e individuate attraverso un confronto con i livelli istituzionali territoriali". Una bocciatura, insomma.

Il ministero ricorda come l'analisi costi benefici ha riguardato non solo il progetto originario, ma anche alcune soluzioni alternative finalizzate al potenziamento del nodo stradale di Genova. L'attuale progetto prevede un costo complessivo di 4,7 miliardi per 120 mesi di realizzazione. La Lega rilancerà le critiche al ministro Toninelli. E ha un documento in cui nero su bianco vengono elencate le opere bloccate dal ministero. Eccole.

  • Legge Genova: blocco costituzione Ansfisa, la società pubblica per la sicurezza delle infrastrutture stradali, autostradali e ferroviarie.
  • Sblocca cantieri: blocco della nomina del commissario Nodo di Genova/Terzo valico con decreto presidenza del consiglio su indicazione del Mit per individuare commissari e opere (86) da sbloccare mai emanato.
  • Adeguamento del Codice della nautica (modifiche già scritte e pronte ma bloccate).
  • Correttivo sulla riforma portuale (concordato nella conferenza dei presidenti delle Autorità di sistema portuale ma bloccato).
  • Riordino normativa su targhe straniere (concordato, ma bloccato) in particolare su principato di Monaco e San Marino e Svizzera.
  • Messa in sicurezza e rilancio porto commerciale di Pescara (concordato e poi stralciato da elenco opere Sblocca cantieri).
  • Porto Venezia approdo grandi navi, soluzione già concordata tra enti locali ma rigettata.
  • Modifica normativa per semplificare dragaggi porti (bloccata)
  • Autotrasporto: blocco del fondo rottamazione mezzi pesanti inquinanti.
  • Intermodalità: blocco adeguamento del marebonus e ferrobonus alle reali necessità del Paese e delle imprese della logistica.
  • Elettrificazione e potenziamento ferrovia Aosta-Torino (concordato ma bloccato e ritardato).
  • Interventi sui valichi alpini piemontesi e valle Aosta (concordato tra enti locali ma bloccato il commissariamento).
  • Ferrovia Genova-Ventimiglia (bloccato commissariamento).
  • Riscrittura accordi con la Francia per gestione Ferrovia Ventimiglia-Cuneo ( bloccato).
  • Realizzazione Gronda di Genova (bloccata).
  • Commissariamento corridoi europei (bloccato) compreso la Brescia-Verona-Padova.
  • Realizzazione Asti /Cuneo ritardata di almeno un anno e non definitivamente sbloccata.
  • Nuova Autorità sullo stretto di Messina "concordata con Pd non con la Lega e non coinvolgendo neppure le Regioni Calabria e Sicilia".
  • 250 milioni per messa in sicurezza dei ponti sul Po "stanziati ma bloccati".
  • Riforma tpl non di linea (taxi ncc) con nuove regole trasparenti per le categorie e con passaggio in conferenza Stato Regioni (bloccata).
  • Commissione Ue rilievi su natura giuridica Autorità di sistema portuale: blocco da parte del Mit della trattativa per riconoscimento peculiarità porti italiani. 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it