Di Battista: "Se si vota in anticipo mi ricandido al 100%"

L'ex parlamentare M5s sostiene che, in tal caso, la regola dei due mandati non dovrebbe essere rispettata

di battista si ricandida

"Sì, al cento per cento". Cosi' l'ex deputato M5s Alessandro Di Battista risponde, a Otto e mezzo in onda stasera su La7, a chi gli chiede se si ricandiderebbe in caso di elezioni anticipate. 

"Se il governo dovesse cadere, da qui al 15 luglio, chiederei di non considerare questa legislatura", risponde Di Battista a chi gli chiede se a suo avviso la regola che impone agli eletti di M5s di non ricandidarsi dopo due mandati, debba valere anche in caso di fine anticipata dell'attuale legislatura. Di Battista, incalzato sull'opportunità di una deroga alla regola per il vicepremier Luigi Di Maio, già al secondo mandato parlamentare, ha risposto: "Io proporrei di non considerare questa legislatura come secondo mandato".

Quell'sms a Salvini

 "Nel mio libro pubblico un sms che ho inviato a Salvini. Gli ho scritto 'molla Berlusconi, il partito e i suoi costumi'", prosegue Di Battista, "per me Salvini non è fascista o razzista ma è diventato conformista, perché invece di mettere veramente 'prima gli italiani', ha messo prima Radio Radicale".

"Salvini è efficace in questa fase ma attenzione perché anche Renzi è stato efficace, in una certa fase. Ma tra essere furbi e essere bravi, c'e' una bella differenza...", ha detto ancora l'ex parlamentare, "mi auguro, da cittadino, che il governo non cada. Se Salvini lo farà cadere per ragioni elettorali, affari suoi..."



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.