Cannabis: Salvini, "mi dispiace per i posti di lavoro ma il messaggio è chiaro"

cannabis light cassazione salvini
Agf
Matteo Salvini

La decisione della Cassazione di ritenere reato la commercializzazione dei prodotti derivati dalla cannabis light non ha sorpreso il ministro dell'Interno Matteo Salvini: "È un messaggio chiaro, la droga fa male, non ce ne sono di quelle che fanno più male ed altre che fanno meno male". Lo ha detto nel corso della trasmissione 'Dritto e rovescio' su Retequattro.

Il vice premier e leader leghista ha anche tenuto a dire: "Mi spiace per i posti di lavoro e spero che possano essere riconvertiti", riferendosi a quanti lavorano nelle aziende o negozi legati al settore. E si è anche augurato che adesso non ci sia "qualche giudice che voglia smontare" la decisione della Cassazione, come accade per la questione migranti o sicurezza.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it