Il sito per vedere in ogni momento dove si trova la Tesla di Musk lanciata nello spazio

Si chiama Where is Roadster e consente di seguire il viaggio dell’auto elettrica del fondatore di SpaceX. Al momento si trova a circa dieci milioni di chilometri dalla Terra

Il sito per vedere in ogni momento dove si trova la Tesla di Musk lanciata nello spazio

Da cinque settimane gira per l’universo accarezzando, si fa per dire, la Terra, Marte e Mercurio. E per sapere esattamente dove si trova la Tesla Roadster, l’auto a bordo del razzo Falcon Heavy lanciato dalla compagnia spaziale SpaceX il 6 febbraio scorso, esiste un sito. Si chiama, eloquentemente, Where is Roadster e consente di seguire il viaggio dell’auto elettrica di Elon Musk. Al momento si trova a circa dieci milioni di chilometri dalla Terra, il pianeta da cui è partito e dal quale si sta allontanando alla velocità di oltre 3 chilometri al secondo, 11.682 chilometri all’ora.

 

Roadster, il bolide elettrico rosso targato Tesla, seguirà una traiettoria circolare dalla durata quasi interminabile. Al volante, il manichino Starman non sembra aver alcuna intenzione di tornare a casa: per il momento, infatti, non è prevista alcuna data di rientro. Neppure di approdo su Marte, dove non potrà far scalo anche per evitare il rischio contagio con i batteri terrestri. In questa fase del viaggio l’auto sta muovendo verso il pianeta rosso, da cui dista circa 185 milioni di chilometri, a una velocità di oltre 63 mila chilometri all’ora.

Il sito, messo a punto dall’ingegnere Ben Pearson, utilizza i dati di JPL Horizons, il Jet Propulsion Laboratory della Nasa. Pearson chiarisce però che si tratta di dati “puramente informativi”, aggiornati una volta al giorno. L’analisi in tempo reale della posizione e della velocità, di conseguenza, sono proiezioni. E se fino a oggi il tragitto è stato seguito dagli scienziati del JPL grazie a telescopi, da aprile in poi tracciare l’auto nello spazio richiederà strumenti sempre più articolati perché la sua traiettoria la sta allontanando dalla Terra.

Con ogni probabilità, poi, “da giugno non sarà più possibile vedere la navicella spaziale”.Non soltanto la traiettoria: un gruppo di studiosi dell’Università di Toronto, in Canada, ha recentemente calcolato le probabilità che la Roadster possa colpire la Terra. Nel suo vagare nell’universo, l’auto avrebbe il 6% di chance di impattare con il nostro pianeta. Tranquilli, la stima riguarda il prossimo milione di anni. E se vi state chiedendo il motivo per cui una vettura elettrica sia in giro nello Spazio, Pearson propone la sua, spiritosa, spiegazione: “Credo che Elon Musk avesse soltanto bisogno di far spazio nel suo garage per far posto a una nuova versione dell’auto”.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it