Queste sono le parole più cercate su Google in Italia nel 2017

Dominano i fatti di cronaca e i personaggi sulla bocca di tutti. Ma i veri evergreen sono i 'perché?'

Queste sono le parole più cercate su Google in Italia nel 2017
Da qing / Imaginechina 
 Google

Scoprire quali sono stati i termini più cercati su Google in Italia è un po' fare il riassunto dell'anno appena trascorso. Come di consueto, anche nel 2017 Big G ha diffuso le sue classifiche, divise per modalità di ricerca.

Alla voce "Parole", cioé dei termini che in assoluto sono stati immessi più spesso nella banda bianca di Google, primeggia "Nadia Toffa". La Iena ha fatto parlare di sé per le sue inchieste, ma le ricerche sono decollate dopo il malore accusato all'inizio di dicembre. Il dato, quindi, impressiona. Perché le ricerche si concentrano in meno di 10 giorni. E superano altri eventi di grande impatto.

Leggi anche: Perché cerchiamo su Google la ricetta delle olive in salamoia di Riccardo Luna

Al secondo posto c'è "Hotel Rigopiano", la struttura travolta da una valanga lo scorso gennaio nella quale hanno perso la vita 29 persone. "Italia-Svezia", il playoff che ha sancito l'addio della nazionale di calcio ai mondiali di Russia 2018 è terza. Seguono "Sanremo" (il Festival, evento televisivo per eccellenza, dimostra grande vitalità anche sul web) e "Terremoto". Le ricerche sul sisma hanno una coda più lunga, anche se sono legate soprattutto alle scosse più intense (con un picco tra il 15 e il 21 gennaio). E sono ancora più numerose proprio nelle regioni colpite (Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio), a conferma che anche la ricerca di informazioni "sul campo" passa da Google.


Le parole emergenti 

  1. Nadia Toffa
  2. Hotel Rigopiano
  3. Italia - Svezia
  4. Sanremo
  5. Terremoto
  6. Giro d’Italia
  7. Occidentali’s Karma
  8. Tour de France
  9. Corea del Nord
  10. Champions League

Oltre a questa cinquina, che rappresenta la classifica generale delle ricerche, Google indica anche alcune sottosezioni. Tra i personaggi, alle spalle di Nadia Toffa, ci sono Gianluigi Donnarumma (al centro della querelle di calciomercato dell'estate) e Nicky Hayden, l'ex campione di motociclismo scomparso in un incidente stradale.


I personaggi emergenti

  1. Nadia Toffa
  2. Gianluigi Donnarumma
  3. Nicky Hayden
  4. Paolo Villaggio
  5. Fabrizio Frizzi
  6. Chester Bennington
  7. Ermal Meta
  8. Chiara Ferragni
  9. Chris Cornell
  10. Fiorella Mannoia

Tra gli eventi, oltre a Italia-Svezia, Sanremo e al Terremoto del centro Italia, ci sono due corse ciclistiche: il Giro d'Italia e il Tour de France. I biglietti più cercati sono invece stati quelli dell'Eicma (l'Esposizione Mondiale del Motociclismo) e per i concerti di Vasco Rossi.

Chi ha usato Google per decidere la meta delle vacanze ha digitato "Sicilia", "Grecia" e "Sardegna". Google però non è solo un motore di ricerca. E' un generatore di risposte. Ecco perché si cercano spesso i "come fare". Cioè tutorial online, dalla cucina all'informatica. I più gettonati sono "Le olive in salamoia", "Il back up" e "la marmellata di albicocche". Le ricette più cercate sono quelle del Migliaccio napoletano, della carbonara e della pastiera.


I 'perché?'

  1. La Catalogna vuole l’indipendenza
  2. Fischiano le orecchie
  3. Le cicale cantano
  4. Si festeggia l’8  marzo
  5. Si festeggia ferragosto
  6. Il sale scioglie il ghiaccio
  7. La Corea del Nord vuole attaccare gli Stati Uniti
  8. Fedez piange
  9. Si chiama Blockhaus
  10. C’è la guerra in Siria

Gli utenti chiedono a Google anche i "Perché". E qui si va dalla sete di informazioni alle curiosità zoologiche. Nel 2017 "Perché la Catologna vuole l'indipendenza" batte tutti. Seguita da "perché fischiano le orecchie" e "perché le cicale cantano". Nella versione vocabolario, i termini di cui si è cercato più spesso il significato sono "Ipocondriaco", "Mannaggia" e "Despacito". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.