Quanto vale il gettito dell'Irap per le casse dello Stato?

Abbiamo controllato le dichiarazioni di Luigi Di Maio che vuole dimezzarla per tutte le imprese 

Quanto vale il gettito dell'Irap per le casse dello Stato? 
 Facebook
Di Maio

Il leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, ospite di Confcommercio a Milano lo scorso 14 marzo, ha dichiarato: “abbiamo previsto un dimezzamento dell'Irap per tutte le imprese, che vale circa 12 miliardi”. Si tratta di un’affermazione sostanzialmente corretta.

Il gettito Irap

Secondo l’ultimo bollettino del Ministero dell’Economia e delle Finanze sulle entrate tributarie, il gettito Irap totale nel 2017 è stato pari a 23,618 miliardi di euro.

Dunque un dimezzamento avrebbe in effetti un valore di “circa 12 miliardi” (la metà esatta del gettito Irap nel 2017 è pari a 11,809 miliardi di euro).

Ma bisogna notare che il gettito Irap totale è composto da quanto proviene dalla tassazione dei privati e in più delle amministrazioni pubbliche.

Tra queste seconde figurano, in base al d.lgs 446/1997 (art. 3 co. 1 lett. e-bis) Camera, Senato, Presidenza della Repubblica, Corte Costituzionale e organi legislativi delle regioni a statuto speciale. Sono poi ricomprese nella definizione, in base al d.lgs. 165/2001 (art. 1 co. 2) anche regioni, comuni, province, scuole, università, aziende sanitarie eccetera.

I privati nel 2017 hanno contribuito per 13,836 miliardi, le amministrazioni pubbliche per 9,782 miliardi.

Per le amministrazioni pubbliche che svolgono attività non commerciali, la base imponibile dell'Irap è costituita dalla retribuzione corrisposta al proprio personale (metodo retributivo) e l’aliquota è pari  all’8,5% (art. 16, co.2 d.lgs 446/1997). Per quelle che invece svolgono attività commerciali si utilizza un altro metodo (metodo analitico) e l’aliquota è la medesima che per i privati, cioè del 3,9% (fino al 2007 era del 4,25%).

Parlando di “imprese” – cioè un’attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi, definizione ricavata dalla giurisprudenza in base alla definizione di “imprenditore” dell’articolo 2082 del codice civile – non è dunque chiaro se Di Maio voglia ricomprendere anche le amministrazioni pubbliche o meno.

In caso negativo, un dimezzamento dell’Irap per i soli privati avrebbe un impatto sui conti pubblici ancora inferiore, passando da 11,809 miliardi di euro di mancato gettito a 6,918 miliardi.

Con questo margine di incertezza, possiamo comunque dire che l’affermazione di Di Maio sia sostanzialmente corretta.

Se avete delle frasi o dei discorsi che volete sottoporre al nostro fact-checking, scrivete a dir@agi.it

 

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it