Con 25 milioni di visitatori totali cala il sipario sull’edizione Expo 2020 Dubai

Con 25 milioni di visitatori totali cala il sipario sull’edizione Expo 2020 Dubai

Difficile immaginare il silenzio sull’area dell’Esposizione universale dopo una spettacolare edizione durata 182 giorni e che ha visto ben un milione di visitatori solo nelle ultime 3 giornate. I saluti finali in una notte incendiata dai fuochi d’artificio e dalle voci di Christina Aguilera e Norah Jones: uno spettacolo mozzafiato proiettato su più di 20 mega-schermi

cala il sipario edizione 

expo dubai

Il 31 marzo si è chiusa l’edizione di Expo 2020 Dubai dopo 6 mesi di intensa e incessante attività nell’area dell’Esposizione universale, la prima in questa parte del mondo. Il testimone passa a Osaka Kansai, in Giappone, per una nuova Expo nel 2025. Mentre in Italia si ragiona sulla candidatura di Roma per il 2030. Calato il sipario sull’evento a Dubai, negli Emirati Arabi sono già pronti per il dopo Expo.

Secondo quanto fatto sapere dal BIE (Bureau International des Expositions) questa prima Esposizione nel Medio Oriente “ha spostato l’asticella” con un risultato che non si poteva dar per scontato visto il forte condizionamento per la pandemia da Covid-19: alla fine i visitatori sono stati 25 milioni, di cui un milione solo nelle ultime tre giornate.

Un’edizione segnata anche dal successo per l’Italia e il suo Padiglione che ospitava la riproduzione stampata in 3D del David di Michelangelo e diventata una delle icone dell’Esposizione. Per il nostro Padiglione Italia si contano oltre 1,6 milioni di visitatori e 13 milioni di contatti online, per un totale di 180 eventi culturali e sportivi. L’Italia è stato il Paese leader tra quelli che hanno scelto la formazione come tema portante della partecipazione a Expo, con 140 giornate educational a cui hanno aderito oltre 4.000 persone di 26 diverse nazionalità.

Il Padiglione, pluripremiato, è stato la grande casa del Made in Italy. Oltre 4.000 i meeting B2B per le aziende, in collaborazione con l’Istituto del Commercio Estero, mentre all’interno del Padiglione Italia si sono svolti 15 Innovation Talk con 100 relatori, circa mille partecipanti in presenza e 276 delegati da 36 Paesi esteri oltre all’Italia.

Da capi di stato e di governo (dal presidente spagnolo Pedro Sanchez, a quello francese Emmanuel Macron), a personaggi del jet set internazionale (dal Dj americano Marshmello ad Alicia Keys, fino ai calciatori Ronaldo e Messi), difficile contare le personalità che hanno calcato la scena di Expo. Che in alcuni casi è diventata un’area trasformata anche in campo di gioco, pista di gare o percorso di maratona, come per la “Passeggiata per le genti e il Pianeta” finale a cui ha preso parte anche la direttrice di Expo (nonché ministra di Stato per la Cooperazione internazionale) Reem Al Hashimy.

Le luci su Expo 2020 Dubai si sono spente all’alba del 1 primo aprile, ma il silenzio non durerà a lungo: l’80% delle strutture presenti sul sito dell’Esposizione (valore 8 miliardi di dollari) non saranno smantellate e confluiranno nel piano urbanistico 2040 di Dubai, che prevede di ospitare fino a 5,8 milioni di persone. “Impareremo molto da questa Expo”, ha detto all’agenzia di stampa degli Emirati Arabi Wam il ministro giapponese per l'Expo 2025 Wakamiya Kenji.