Valentina Vezzali al Padiglione Italia: "Sport è la bellezza di sentirsi italiani

Valentina Vezzali al Padiglione Italia: "Sport è la bellezza di sentirsi italiani

La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport a Dubai: "Lo sport è un linguaggio comprensibile a tutti, che crea ponti e costruisce la pace. È il tricolore sui balconi, è la bellezza di sentirsi fratelli, di sentirsi italiani"

expo dubai valentina vezzali padiglione italia

AGI - La diplomazia dello sport, con il suo carico di valori universali e i suoi protagonisti italiani: i medagliati olimpici, i campioni più amati, le più alte cariche istituzionali del settore, i manager del motorsport. Il Padiglione Italia a Dubai ha dedicato oggi un'intera giornata a un tema che va ben oltre l'agonismo, ma che è anche cultura, traino economico e strumento strategico.

Nella mattinata ha aperto i lavori Valentina Vezzali, sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, che si è abbandonata a un ricordo personale: "Lo sport è un linguaggio comprensibile a tutti, che crea ponti e costruisce la pace. È il tricolore sui balconi, è la bellezza di sentirsi fratelli, di sentirsi italiani, come quando sono stata portabandiera alle Olimpiadi di Londra 2012".

Vezzali, a margine dell'evento, ha ricordato con la stampa anche le risorse messe a disposizione dal Pnrr per lo sport, "un miliardo, di cui 700 milioni nella riqualificazione dell'impiantistica digitalizzata e verde a cui si aggiungono i 300 milioni destinati all'impiantistica scolastica".

Sono quindi intervenuti il presidente del Coni, Giovanni Malagò; Luca Pancalli, presidente del Comitato Paralimpico Italiano, che ha lodato l'esempio italiano: "Siamo guardati da tutto il mondo per le nostre best practice, siamo nelle scuole, università, centri di riabilitazione, siamo l'altra bellissima faccia della medaglia olimpica."

Lo sport al femminile ha visto sul palco Novella Calligaris, ex primatista del mondo, medaglia olimpica di nuoto e Presidente Associazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d'Italia, Emanuela Maccarani, ex atleta membro del comitato direttivo commissione nazionale tecnici Coni, Vincenza Petrilli, argento paralimpico nel tiro con l'arco a Tokyo 2020, Antonella Palmisano, oro nella marcia 20 km a Tokyo 2020, Caterina Banti, oro nella vela (Nacra 17) a Tokyo 2020.

Vincenzo Novari, amministratore delegato del Comitato organizzativo di Milano-Cortina 2026, ha voluto sottolineare la forza del "logo, un segno leggero, perche' saranno giochi sostenibili in cui prevediamo di usare il 93% di impianti già esistenti".

Il presidente dell'Autodromo Giuseppe Radaelli e il presidente dell'Aci, Angelo Sticchi Damiani hanno ricordato le storie e le passioni del motorismo sportivo. Sul Giro d'Italia è intervenuto Michele Napoli, ceo di RCS Sports & Events DMCC, mentre per il Made in Italy nel calcio, insieme alla sua internazionalita', e' intervenuto il ceo Corporate di Inter Alessandro Antonello: "Il nostro Club è internazionale da sempre, dalla nostra fondazione, è nel nostro Dna. I colori nerazzurri sono un brand di eccellenza che si sono trasformati da icona dello sport a icona culturale".

La giornata si è chiusa con la proiezione del film di Volfango De Biasi, 'Crazy for football' e con 'Per Gioco, per Sport', l'attivita' multidisciplinare realizzata sull'esperienza dei Centri Coni e in programma negli spazi dell'Expo Sports, Fitness and Wellbeing Hub.