Virus cinese: primo caso in Giappone, "il paziente è già guarito"

Virus cinese: primo caso in Giappone, "il paziente è già guarito"

Le autorità sanitarie giapponesi hanno confermato la presenza di un paziente affetto dalla nuova variante del coronavirus considerata all’origine della polmonite virale diffusasi in Cina nel dicembre scorso. Il paziente è un cittadino cinese residente a Kanagawa, a Sud di Tokyo, tornato in Giappone il 6 gennaio sorso, dopo un viaggio a Wuhan, città cinese dove si è manifestata l’epidemia. L’uomo, riferisce il Ministero della Salute giapponese citato dall’agenzia Kyodo, è stato ricoverato il 10 gennaio scorso ed è stato dimesso ieri in seguito a guarigione. 

Lunedì scorso, la Thailandia aveva confermato la presenza del primo paziente affetto da polmonite virale al di fuori della Cina, dove sono 41 i casi accertati di persone colpite dal nuovo tipo di coronavirus: sette di loro sono state dimesse dalle strutture ospedaliere presso cui erano ricoverati, mentre sei sono in gravi condizioni, e una è morta, secondo l’ultimo bollettino diffuso dalle autorità sanitarie di Wuhan.

Il virus appare legato a un mercato ittico della città, chiuso in seguito allo scoppio dell’epidemia, anche se i due pazienti in Giappone e Thailandia dichiarano di non averlo visitato. Le autorità sanitarie d Wuhan, ieri, hanno citato un “rischio minimo” di trasmissione del virus tra esseri umani, dopo che anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità aveva ravvisato una “limitata” possibilità di questo tipo.