L'idea di Trump per fermare gli uragani: usare la bomba atomica

Non si tratta della prima volta che il presidente ipotizza una tale soluzione al problema: nel 2017 aveva chiesto a un funzionario della sua amministrazione se non dovessero bombardare gli uragani, per evitare che arrivassero negli Usa

Trump armi nucleari uragani
 (Afp)
 Una telecamera ad alta definizione dalla Stazione Spaziale Internazionale ha catturato una visione della NASA dell'occhio dell'uragano di Florence alle 7:50 EDT del 12 settembre 2018

Colpire uragani con armi nucleari, prima che tocchino il territorio degli Stati Uniti. E' l'idea avanzata del presidente Usa, Donald Trump. A quanto riporta il sito di notizie Axios, durante un briefing dedicato al tema, Trump ha chiesto se fosse possibile distruggere gli uragani, che si formano a largo delle coste africane, sganciando una bomba nucleare nell'occhio del ciclone. Secondo una fonte anonima, i partecipanti all'incontro se ne sono andati pensando: "E adesso cosa facciamo?". Axios non ha specificato quando sia avvenuto il briefing.

Non si tratta della prima volta che il presidente ipotizza una tale soluzione al problema: nel 2017 aveva chiesto a un funzionario della sua amministrazione se non dovessero bombardare gli uragani, per evitare che arrivassero negli Usa. All'epoca, il presidente non aveva specificato a quali tipi di bombe si riferisse. La Casa Bianca non ha commentato, ma un funzionario di alto livello ha detto ad Axios che "il fine di Trump non è cattivo".

L'idea dell'atomica contro gli uragani era stata ipotizzata, per la prima volta, da scienziati di istituti governativi negli Anni '50, sotto il presidente Dwight Eisenhower. La proposta continua a venir fuori saltuariamente, anche se gli scienziati concordano ormai sul fatto che non funzionerebbe.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it