Come ha fatto uno studente italiano a diventare una star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese, si è appena laureato alla Normale di Shanghai. E il suo discorso alla cerimonia di consegna dei diplomi è diventato virale in una manciata di minuti. Ma non aspettatevi un messaggio alla Steve Jobs

studente italiano star web cina 
 Facebook
 Carlo Dragonetti durante la cerimonia di consegna dei diplomi all'università Normale di Shanghai

E’ bastato prendere in giro - bonariamente - una delle usanze più radicate nella cultura cinese a fare dell’italiano Carlo Dragonetti una star del web in Cina.

Ventiquattro anni, pugliese di Trani, Carlo si è appena laureato alla Normale di Shanghai con un discorso pronunciato durante la cerimonia della consegna del diploma che rimbalza da giorni sul social network Weibo (l’equivalente di Twitter) totalizzando oltre 200 milioni di visualizzazioni.

Non solo: la tv di stato ha già pronta per lui ‘un’ospitata’. Ma cosa ha detto per conquistare le simpatie dei cinesi?

“L’acqua cinese fa miracoli”

“Circa 4 anni fa - ha esordito Dragonetti davanti ai genitori, alla fidanzata e a 8mila ragazzi - sono venuto in Cina e questo mi ha fatto crescere e cambiare molto. Col tempo ho imparato a utilizzare espressioni sempre più complesse ed articolate. E in questi anni ho capito che quando non mi sento molto bene, per qualsiasi problema, i miei amici cinesi mi consigliano sempre di curarmi bevendo acqua calda. Hai la febbre? Bevi acqua calda. Hai mal di pancia? Bevi acqua calda. Sei stressato? Bevi acqua calda. Perbacco…l’acqua cinese fa miracoli!”.

“Noi siamo il futuro della Cina e del mondo intero”

Poi Carlo è diventato più serio: “Credo che essere arrivato a studiare in Cina sia stato un punto di svolta per me: mi ha permesso di allargare gli orizzonti e aprire la mente. Non è incredibile che io oggi sia qui a rappresentare centinaia di studenti internazionali con il mio discorso, sotto gli sguardi orgogliosi dei miei genitori, facendo questo mio discorso tutto in cinese? Partendo dalla mia esperienza, quello che voglio dirvi oggi è che quando intraprenderete una nuova sfida non smettete mai di lottare per i vostri obiettivi. Fidatevi di me, non è mai troppo tardi. Noi studenti internazionali insieme agli studenti cinesi rappresentiamo il futuro della Cina e del mondo intero”.

Il successo del suo discorso ha stupito prima di tutti Carlo che poche ore dopo ha scritto sulla sua pagina Facebook:

Perché i cinesi bevono acqua calda

Secondo la Medicina tradizionale cinese,  bere acqua fredda danneggia l’energia della milza e dello stomaco che viene considerato come una sorta di “forno” del sistema digestivo. La digestione - si legge sul sito Cina e dintorni - richiede l’energia dello stomaco per “cucinare” il cibo, scaldando così gli alimenti. Bere acqua fredda durante i pasti significa che lo stomaco dovrà lavorare di più per mantenere al sua temperatura ottimale di funzionamento. Ecco perché i cinesi preferiscono quella calda. Inoltre, far bollire l’acqua da bere è un modo semplice per uccidere i batteri che si trovano nell’acqua dei fiumi, ma anche spesso nell’acqua dei rubinetti. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it