Uccide due persone e si suicida nella base di Pearl Harbor

L'aggressore è un militare. Le vittime due civili. La strage avviene alla vigilia della commemorazione dell'attacco giapponese

strage pearl harbor marinaio spara

Ha aperto il fuoco nella base militare Usa di Pearl Harbor, alle Hawaii, ha ucciso 2 persone e poi si è tolto la vita. L'aggressore è un militare della marina, secondo quanto riferito dal portavoce della Navy Robert Chadwick. Una persona è rimasta ferita. Le vittime sono tutte civili.

L'incidente è avvenuto intorno 14:30 locali, alla vigilia del 78esimo anniversario dell'attacco giapponese a Pearl Harbor del 7 dicembre del 1941.

La base, a 13 chilometri da Honolulu e che ospita sia la Navy (con la flotta statunitense nel Pacifico) e sia l'Air Force, rimasta in 'lockdown' per quasi due ore. Erano in corso i preparativi per la cerimonia di commemorazione di quella che il presidente Franklin D. Roosevelt definì "un data che resterà simbolo di infamia". Nell'attacco giapponese morirono 2.300 americani e la flotta Usa nel Pacifico venne distrutta.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it