Bimbi troppo rumorosi, scuola olandese costretta a chiudere il parco-giochi

C'è già però chi contesta la decisione sottolineando come l'Olanda sia considerata dall'Unicef il paese più felice dove far crescere i bambini

scuola olanda chiusa bambini rumorosi

Una scuola elementare olandese è stata costretta a chiudere il parco-giochi perché i bambini produrrebbero troppo rumore giocando all’aperto. È accaduto a Nijmegen dove l’istituto De Buut - riporta la BBC - si è visto recapitare un aut aut: chiusura o multa di 10 mila euro. Ironia della sorte, l’Olanda è considerata dall’Unicef il Paese più felice in cui far crescere i bambini.

A denunciare la scuola sono stati i residenti locali secondo cui le voci dei bambini avrebbero superato il limite dei 70 decibel consentiti nelle aeree residenziali. I funzionari hanno così messo in piedi una commissione incaricata di effettuare le misurazioni che hanno segnato 88 decibel. La decisione ha scatenato le proteste di oltre 4 mila persone che hanno firmato una petizione per chiedere al consiglio di ribaltare la decisione di chiudere il parco costruito 40 anni fa. “È una situazione bizzarra e assolutamente ingiusta per i bambini”, ha commentato al quotidiano Volkskrant, Janneke Colsen, preside della scuola. “Soprattutto considerando che siamo costantemente invitati a lasciare giocare all’aperto i nostri figli”. 

Rudmer Heerema, un deputato di centro destra, ha commentato su Twitter: "Vai a vivere vicino a un campo sportivo in cui i bambini sfanno sport e protesti per il rumore. Una soluzione deve essere trovata: i bambini devono essere in grado di esercitarsi e muoversi”. Tuttavia, Noël Vergunst, consigliere verde locale, ha difeso la decisione. "È un problema difficile", ha detto ai consiglieri la settimana scorsa. "Il livello di rumore consentito è stato notevolmente superato, quindi abbiamo dovuto fare qualcosa", ha aggiunto.

Eppure il gioco all’aperto è tra le abitudini sane prese in esame dall’Unicef e che hanno regalato il primo posto all’Olanda nella classifica dei Paesi con i bambini più felici. Una lista in cui l’Italia figura solo in 22esima posizione. Tra le principali ragioni che fanno dei Paesi Bassi un ‘parco giochi’ c’è una minore pressione accademica in tenera età, molta enfasi sull'apprendimento basato sul gioco, la tendenza dei genitori a trascorrere molto tempo con i figli e una società bambino-centrico.

E, appunto, una vita all’aria aperta, anche con il freddo o la pioggia. Basta indossare vestiti impermeabili. Per i genitori olandesi il gioco libero all’aria aperta è un antidoto importante contro la sedentarietà, la passività e la dipendenza da tv, smartphone e videogiochi.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it