A Putin piace l'idea di un esercito europeo

Secondo il capo del Cremlino, sarebbe un'iniziativa "positiva nell'ottica di rafforzamento di un mondo multipolare".

putin macron parigi esercito europeo

L'idea di un esercito europeo "non è nuova" ma è "positiva nell'ottica di rafforzamento di un mondo multipolare". Lo ha affermato il presidente russo, Vladimir Putin, a Parigi per le celebrazioni del centenario della fine della Grande Guerra. In un'intervista a Rt France, il leader del Cremlino ha ricordato che la proposta di truppe congiunte europee era stata già avanzata dall'ex presidente francese, Jacques Chirac, e ancora prima.

"Il presidente Macron la sta ora rilanciando", ha aggiunto, "nel complesso, è un processo positivo dal punto di vista del rafforzamento di un mondo multipolare, in questo senso abbiamo una posizione simile alla Francia". "L'Europa - ha concluso Putin - è un forte blocco economico, una potente unione economica, e in generale è abbastanza naturale che voglia essere indipendente, autosufficiente, sovrana nella difesa e sicurezza.

In un'intervista nei giorni scorsi l'inquilino dell'Eliseo aveva rilanciato la necessità di un vero esercito europeo per difendersi dai grandi attori internazionali - Russia, Cina e anche Usa - scatenando le ire del presidente americano, Donald Trump, che in un Tweet aveva esortato Parigi e gli altri Paesi europei ad aumentare prima il contributo al bilancio Nato.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it