Usa, i Grandi elettori scelgono Biden

Usa, i Grandi elettori scelgono Biden

Il 20 gennaio sarà insediato alla Casa Bianca. "Ha vinto la democrazia, ora mettiamo il covid sotto controllo" le sue prime parole. Trump annuncia le dimissioni del suo ministro della giustizia, Barr: "passerà il Natale in famiglia"

collegio elettorale nomina biden presidente usa

© JIM WATSON / AFP - Joe Biden

AGI - Ultimo atto delle presidenziali americane: il Collegio elettorale incorona Joe Biden dopo anche anche i 55 grandi elettori della California sono andati al candidato democratico. Alla fine sono stati 302 i consensi andati a Biden contro i 232 di Donald Trump. 

collegio elettorale nomina biden presidente usa
© JIM WATSON / AFP
Joe Biden

Il 20 gennaio 2021 la cerimonia di insediamento. Appena comunicato il risultato finale il Presidente eletto ha sottolineato: “la volontà del popolo ha prevalso, la vittoria è chiara".  A Donald Trump, che non ha concesso la vittoria al rivale presentando una lunga serie di azioni legali, Biden ribatte che “la democrazia americana ha funzionato" perché i suoi ricorsi sono stati tutti giudicati "senza merito". E comunque “se qualcuno ancora non lo sapesse quello che batte profondamente nel cuore del popolo americano è questo: la democrazia".

L'ultimo licenziamento

Tempo pochi minuti e Trump pubblica un tweet: William Barr "lascerà la Casa Bianca prima di Natale per passare le vacanze con la sua famiglia". Il ministro della giustizia dell’amministrazione uscente, cui Trump si era inizialmente affidato per condurre tanta parte della battaglia legale volta a rovesciare l’esito delle urne, si è dimesso.   Il presidente uscente ne sottolinea "l'incredibile lavoro" e precisa che l'incarico sarà assunto dal vice procuratore generale Jeff Rosen, per poco più di un mese, fino all'inaugurazione. Trumpiano di ferro, Barr ha preso ad un certo punto le distanze da "The Donald", sottolineando che non sono emerse prove di brogli elettorali.

"Ci aspetta un lavoro urgente da fare: mettere la pandemia sotto controllo e vaccinare la nazione contro il virus", fa sapere intanto il futuro presidente, riprendendo uno dei temi centrali della sua campagna elettorale e indirettamente ponendo l’accento su una delle accuse più spesso rivolte a Trump, vale a dire non aver fatto abbastanza contro il covid.

collegio elettorale nomina biden presidente usa
© Brendan Smialowski / AFP
Donald Trump

Prima emergenza il covid

I dati pubblicati quasi contemporaneamente all’annuncio della vittoria definitiva del candidato democratico sono preoccupanti. Nel giorno in cui si inizia la vaccinazione di massa I morti per il covid-19 in Usa hanno superato quota 300 mila: sono 300.267, mentre i casi di contagio, dall’inizio della pandemia, sono saliti a 16 milioni 388 mila.

Un’emergenza non solo sanitaria, ma anche sociale: dobbiamo, ha detto ancora Biden, "fornire aiuto immediato di cui hanno bisogno tanti americani così duramente colpiti" e poi "far riprendere l'economia come mai prima d'ora".

Di certo il giuramento si terrà con modalità che Washington non ha mai visto nella sua storia.