Il Papa ha donato mezzo milione di dollari per i migranti messicani sul confine Usa

Grazie alla Obolo di San Pietro, che finanzia opere di beneficenza del Vaticano attraverso le donazioni dei fedeli, il denaro sarà distribuito a 26 progetti di 16 diocesi e congregazioni religiose in Messico

papa migranti messico 
Agf
Papa Francesco

Papa Francesco ha donato mezzo milione di dollari per la Chiesa del Messico perché continui ad assistere gli immigrati bloccati al confine nel loro viaggio verso gli Stati Uniti. Lo ha reso noto la Santa Sede.

Grazie alla Obolo di San Pietro, che finanzia opere di beneficenza del Vaticano attraverso le donazioni dei fedeli, il denaro sarà distribuito a 26 progetti di 16 diocesi e congregazioni religiose in Messico. La donazione del Pontefice, molto attento ai problemi dell'immigrazione, arriva dopo che la Chiesa messicana ha chiesto aiuto alla Santa Sede "per continuare a fornire riparo, cibo e beni di prima necessita'" agli immigrati.

"Grazie a questi progetti, alla carità e alla solidarietà cristiana, i vescovi messicani sperano di poter continuare ad aiutare i fratelli e le sorelle che migrano", si legge nella dichiarazione. La nota ricorda che, negli ultimi anni, migliaia di immigrati -uomini, donne e bambini- sono arrivati in Messico dopo aver percorso migliaia di chilometri attraverso Paesi come l'Honduras, El Salvador e il Guatemala in fuga dalla "povertà e violenza" e in cerca di un futuro migliore negli Stati Uniti, ma il confine messico-statunitense "rimane chiuso per loro". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it