Zelensky: "Finora morti in guerra fra 2.500 e 3.000 militari ucraini"

Zelensky: "Finora morti in guerra fra 2.500 e 3.000 militari ucraini"

Per il presidente ucraino è più difficile quantificare il numero delle vittime civili: "Ci sono città del Paese che sono ancora inaccessibili, Kherson, Berdyansk, Mariupol e dunque non possiamo sapere quante persone siano realmente morte"

ucraina russia zelensky tremila militari ucraini morti

© HANDOUT / UKRAINE PRESIDENCY / AFP - Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky

AGI - Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha detto che sono 2.500-3 mila i soldati ucraini morti finora in guerra, mettendo la cifra a confronto con i 19-20 mila russi caduti in campo, secondo i dati del governo di Kiev, nella sua intervista alla Cnn, che verrà trasmessa integralmente domenica.

 Il leader di Kiev ha anche riferito di 10 mila soldati ucraini feriti, di cui "è difficile dire quanti sopravviveranno".

Il numero delle vittime civili, invece, è più difficile da quantificare. "Ci sono città del Paese - ha spiegato - che sono ancora inaccessibili, Kherson, Berdyansk, Mariupol e dunque non possiamo sapere quante persone siano realmente morte".

"Sappiamo che non esiste più. Per noi era un'arma potente usata contro il nostro Paese, dunque il suo affondamento non è una tragedia per noi". Ha detto il presidente ucraino Zelensky, parlando alla Cnn dell'affondamento dell'incrociatore russo 'Moskva' nel Mar Nero.

"Voglio che voi - ha aggiunto - che il resto della gente se ne renda conto. Meno armi la Federazione russa ha per attaccarci, meglio è per noi. Questo è importante".

Nell'intervista alla Cnn Zelensky ha affrontato anche altri temi, tra cui quello delle minacce nucleare lanciate dal presidente russo Vladimir Putin.

"Non deve preoccupare solo me - ha commentato - ma tutto il mondo, tutti i Paesi devono preoccuparsi perché può non essere un'informazione vera, ma può anche esserlo".

"Non dobbiamo pensare di avere paura - ha continuato - ma di essere pronti. Non è una questione che riguarda solo l'Ucraina, ma tutto il mondo".

Riguardo i video che hanno documentato le devastazioni e i massacri di massa, compresa l'immagine della donna che ha trovato in un pozzo il corpo del figlio, Zelensky ha detto: "È un dolore grande per me".

"Non posso vederla come padre - ha aggiunto - perché in quel caso tutto ciò che vuoi è vendicarti e uccidere. Devo guardarla come presidente di uno Stato dove molte persone sono morte e hanno perso i loro cari, e ci sono milioni di persone che vogliono vivere".

"Tutti noi - ha ribadito - vogliamo combattere. Tutti noi dobbiamo fare del nostro meglio perché questa guerra non sia infinita. Più durerà, più avremo perdite. E tutte le perdite saranno come quella".