La crisi ucraina minuto per minuto. Tra Biden e Putin un colloquio senza novità

La crisi ucraina minuto per minuto. Tra Biden e Putin un colloquio senza novità

Il mondo sta veramente scivolando verso il disastro della guerra? Abbiamo deciso di seguire lo sviluppo dell'escalation per non perderne nemmeno un passaggio e cercare di capire cosa sta succedendo davvero

Ucraina: un sabato di crisi ora per ora

© Jim WATSON, Grigory DUKOR / AFP / POOL

 
- Biden e Putin

AGI - Usa e Russia evacuano lo staff non essenziale delle ambasciate. Il segretario di Stato americano: se Mosca è interessata al dialogo, noi ci stiamo. L'omologo russo: "Fate propaganda su un possibile attacco". Appello di Kiev alla nazione, "mantenete la calma". La Cia ipotizza per mercoledì il giorno dell'invasione. Oltre 30 navi da guerra russe nel Mar Nero per una esercitazione su larga scala. 

Ecco la cronologia della crisi ucraina ora per ora, nella drammatica escalation di dichiarazioni e di decisioni diplomatiche occorse dalla mezzanotte scorsa a ora nel mondo.

  • 23:39

    Bolsonaro in visita in Russia nonostante pressioni Usa

    Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha confermato la sua visita in Russia prevista martedì nonostante le forti tensioni sull'Ucraina. Secondo alcuni analisti, gli Usa hanno fatto pressioni su Bolsonaro affinché cancellasse la visita.
    "Sono stato invitato dal presidente Putin, il Brasile dipende in gran parte dai fertilizzanti russi", ha spiegato Bolsonaro in una intervista radiofonica aggiungendo che "chiediamo a Dio che regni la pace nel mondo per il bene di tutti". Al centro della visita di Bolsonaro vi saranno le relazioni commerciali bilaterali. Il capo dello Stato carioca sarà accompagnato da diversi ministri per discutere una serie di temi, compresi l'energia, l'agricoltura e la difesa. Washington teme che la trasferta a Mosca venga percepita come un segno del sostegno del Brasile alla Russia nella crisi ucraina. 

  • 22:52

    Usa, da Mosca falsità su sottomarino

    Gli Stati Uniti non hanno condotto operazioni nelle acque russe: lo ha detto il portavoce dell'esercito americano, Kyle Raines, respingendo così le accuse di Mosca a Washington relative alla presenza di un sottomarino statunitense nelle acque territoriali della Russia. "Non renderò note le posizioni dei nostri sottomarini, ma posso dire che voliamo, navighiamo e conduciamo operazioni in sicurezza nelle acque internazionali", ha precisato Raines in una nota diffusa da alcuni media internazionali.

  • 20:58

    Cremlino, l'isteria americana ha raggiunto il culmine

    "L'isteria (americana, ndr) ha raggiunto il culmine": lo ha detto Yuri Ouchakov, consigliere diplomatico di Putin, in una conferenza stampa, in seguito alla telefonata sulla crisi ucraina fra il presidente Usa, Joe Biden, e quello russo, Vladimir Putin. I due leader, ha aggiunto Ouchakov, "hanno convenuto di proseguire i contatti a tutti i livelli".

    Ouchakov ha aggiunto che sono stati gli americani a voler anticipare a sabato la telefonata fra i due presidenti, inizialmente prevista per lunedì. "Questi ultimi giorni e queste ultime ore la situazione è stata portata a livelli assurdi", ha continuato Ouchakov sottolineando che "gli americani hanno addirittura annunciato la data dell'invasione russa". "Non capiamo che informazioni false sulle nostre intenzioni vengano trasmesse ai media", ha concluso il consigliere diplomatico. 

     

  • 20:25

     Israele invita connazionali a partire prima possibile

    Il Ministero degli Esteri di Israele ha sollecitato i connazionali residenti in Ucraina a lasciare il Paese "il prima possibile" a seguito delle crescenti possibilità di una invasione russa. Il ministro Yair Lapid ha chiesto al personale diplomatico di lavorare in stato di emergenza e ha istituito un'apposita squadra per la gestione della crisi. "L'ambasciata di Israele a Kiev, guidata dall'ambasciatore Michael Brodsky, continua a operare con il suo staff al completo". Israele ha anche chiesto ai connazionali di rimandare a un prossimo futuro eventuali viaggi in Ucraina.

     

  • 20:13

    Cremlino, Putin e Biden sono d'accordo sul dialogo

    Il presidente russo Vladimir Putin e il presidente americano Joe Biden hanno concordato sulla prosecuzione del dialogo circa la crisi ucraina nella telefonata di questo pomeriggio. Lo riferisce il Cremlino.

     

  • 19:59

    Macron telefona a Scholz e Zelensky, "avanti con il dialogo"

    Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha avuto due colloqui telefonici sulla crisi ucraina: il primo con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, il secondo con il capo dello Stato ucraino, Volodymyr Zelensky. Lo rende noto l'Eliseo in un comunicato stampa. Con Scholz, si legge, è stato confermato "il perfetto allineamento della posizione francese con quella tedesca, soprattutto per quanto riguarda le prossime tappe delle discussioni nel formato Normandia". Con Zelensky Macron ha concordato di "proseguire il dialogo nel formato Normandia, per un'attuazione degli Accordi di Minsk e una soluzione durevole nel Donbass". A Zelensky il capo dell'Eliseo ha infine ribadito che la Francia sostiene "la sovranita' e l'integrita' territoriale" dell'Ucraina.

     

  • 19:51

    In Ucraina ci sono circa 2.000 italiani, in gran parte a Kiev

    Sono circa 2.000 gli italiani attualmente in Ucraina, in gran parte nella capitale Kiev. Oggi la Farnesina, come confermato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha invitato "tutti i concittadini italiani presenti in Ucraina di rientrare con mezzi commerciali". 

     

  • 19:49

    Usa, nessuna novità da telefonata Putin-Biden

    Il colloquio telefonico sulla crisi ucraina tra il presidente Usa, Joe Biden, e quello russo, Vladimir Putin, è stato "professionale e sostanziale" ma non ha prodotto "alcun cambiamento fondamentale": lo ha detto ai giornalisti un alto funzionario degli Stati Uniti. 

     

  • 19:09

    Biden a Putin, pronti a dialogo e ad altri scenari

    Gli Usa restano impegnati nella "diplomazia" per la risoluzione della crisi ucraina, ma anche "pronti ad altri scenari". Lo ha detto il presidente Usa, Joe Biden, nella telefonata con l'omologo russo, Vladimir Putin. Lo riferisce Sky News. 

  • 18:44

    Lavrov a Blinken: non ci sarà un'invasione

    La Russia non invadera' l'Ucraina: lo ha ribadito il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, nel colloquio telefonico di 35 minuti che ha avuto con il suo omologo statunitense, Antony Blinken. Il capo della diplomazia di Mosca, riporta l'agenzia Reuters citando un funzionario del Dipartimento di Stato americano, ha inoltre spiegato che il suo Paese sta finalizzando la risposta a Washington sulle cosiddette "garanzie di sicurezza". La conversazione fra i due è stata "diretta". Da parte sua, Blinken ha sottolineato che la via della diplomazia rimane aperta.

  • 18:36

    Mosca, il sottomarino Usa nelle nostre acque è stata una provocazione

     La "provocazione" degli Stati Uniti con il sottomarino entrato nelle acque russe "rappresenta una minaccia alla sicurezza nazionale della Russia": così il ministero della Difesa russo. Il dicastero aggiunge che si "riserva il diritto di prendere tutte le misure possibili, nelle acque territoriali russe, per assicurare la sicurezza della Federazione Russa". Il ministero ha consegnato inoltre una lettera di protesta all'attaché militare americano in Russia, nella quale si legge che il sottomarino ha commesso una "grave violazione delle norme internazionali". 

  • 18:20

    Parigi, Putin non sta preparando l'offensiva

    La Francia non ha alcuna indicazione che la Russia stia preparando un'offensiva contro l'Ucraina. Lo ha riferito un funzionario dell'Eliseo sulla base del colloquio telefonico tra Vladimir Putin ed Emmanuel Macron. Lo riferisce Sky News.

  • 18:19

    È finito il colloquio tra Biden e Putin

    È finito il colloquio tra Joe Biden e Vladimir Putin sulla crisi ucraina. È durato 62 minuti

  • 17:39

    Macron sentirà oggi Biden, Scholz e Zelensky

     Il presidente francese, Emmanuel Macron, sentirà oggi il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, il collega Usa, Joe Biden, e l'omologo ucraino, Volodymyr Zelensky. Lo riferisce l'Eliseo.

  • 17:29

    Iniziata la telefonata tra Biden e Putin

    È in corso il colloquio telefonico tra il presidente Usa, Joe Biden e l'omologo russo, Vladimir Putin, sulla crisi ucraina. Lo riferisce la Casa Bianca.

  • 17:15

    Putin: accuse di invasione possono causare un conflitto

    Le accuse che Mosca intende attaccare l'Ucraina sono "speculazioni provocatorie" e potrebbero portare a un conflitto nel Paese. Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, nella telefonata con l'omologo francese, Emmanuel Macron, secondo quanto riferito dal Cremlino.

    Putin e Macron hanno discusso di quelle che Mosca ha definito "speculazioni provocatorie relative ad una presunta 'invasione' russa dell'Ucraina", ha commentato il Cremlino dopo il colloquio telefonico, aggiungendo che "si stanno creando le condizioni per possibili azioni aggressive delle forze di sicurezza ucraine nel Donbass". 

  • 17:11

    Orban critica sanzioni alla Russia e invita al dialogo

    Il primo ministro ungherese, Viktor Orban, ha biasimato le sanzioni dell'Unione europea a Mosca e ha sottolineato la necessità del dialogo per allentare le tensioni tra la Russia e l'Ucraina. "Reputiamo sbagliate le politiche di Bruxelles nei confronti della Russia e reputiamo le sanzioni una strada senza uscita", ha detto Orban, il quale ha inaugurato oggi la campagna elettorale per le consultazioni legislative del 3 aprile.

    Secondo Orban, che è il miglior alleato di Putin nell'Unione europea, nella crisi tra Russia e Ucraina è necessario mantenere aperti i canali di dialogo diplomatici allo scopo di trovare una soluzione pacifica. Orban ha portato ad esempio il "modello ungherese", ricordando che il suo Paese e' membro della Nato e della Ue ma mantiene al contempo buone relazioni con Mosca. Il leader magiaro è stato in visita al Cremlino la settimana scorsa per incontrarsi con il presidente russo, e ha definito il suo colloquio con Vladimir Putin "una missione di pace".

  • 17:10

    Mosca ha "costretto" il sottomarino Usa ad allontanarsi

    Il sottomarino americano intercettato nella regione delle Curili ha "ignorato la richiesta di lasciare le acque territoriali russe" ed è stato "costretto ad allontanarsi velocemente" con non meglio specificati "mezzi speciali. Lo ha riferito il ministero della Difesa russo citato dalla Ria Novosti. Il ministero ha convocato l'addetto militare presso l'ambasciata degli Stati Uniti a Mosca.

  • 17:00

    Di Maio, l'ambasciata italiana a Kiev resta pienamente operativa

    "Abbiamo deciso in via precauzionale di invitare tutti i concittadini italiani presenti in Ucraina di rientrare con mezzi commerciali e abbiamo anche invitato a posticipare i viaggi verso l'Ucraina. Un'altra disposizione presa è quella di far rientrare tutto il personale della nostra sede diplomatica a Kiev non essenziale. L'ambasciata resta pienamente operativa". Lo ha detto il ministro degli Estreri, Luigi Di Maio, dopo la riunione dell'Unità di crisi della Farnesina.

    "Lavoriamo tutti per evitare una escalation. L'Italia riconosce pienamente l'integrità territoriale dell'Ucraina e riconosce il diritto di tutti gli stati sovrani a determinare le proprie alleanze. Ovviamente teniamo aperto un canale di dialogo con Mosca. Lavoriamo tutti per una soluzione diplomatica", ha aggiunto il ministro. 

     

  • 16:43

    Mosca ha intercettato un sottomarino Usa in acque russe

    Un sottomarino della Marina Usa della classe Virginia è stato intercettato in acque territoriali russe, nell'area delle esercitazioni della flotta del Pacifico. Lo riferisce la Tass citando il ministero della Difesa russo.

  • 16:30

    Per gli Usa la guerra è sempre più probabile

    "È sempre più probabile che la situazione in Ucraina si trasformi in un conflitto". Lo ha detto un funzionario del Dipartimento di Stato Usa, citato dalla Tass. "Per questo motivo stiamo riducendo al minimo il nostro personale", ha aggiunto. 

  • 16:28

    Telefonata di un ora e 40 minuti tra Putin e Macron

    Il presidente francese, Emmanuel Macron e il suo omologo russo, Vladimir Putin, hanno avuto una conversazione telefonica di un'ora e 40 minuti sulla crisi ucraina. "Un dialogo sincero è incompatibile con l'escalation" ha ha detto Macron a Putin.

  • 16:05

    Gli Usa ritirano quasi tutti i loro militari

    Gli Stati Uniti hanno ordinato il ritiro dall'Ucraina della quasi totalità dei loro soldati, 160 militari impegnati nell'addestramento delle forze ucraine, per "riposizionarli altrove in Europa". Lo ha annunciato il portavoce del Pentagono, John Kirby. 

  • 16:01

    Telefonata tra il capo del Pentagono e il ministro della Difesa russo

    Il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, ha avuto un colloquio telefonico con il capo del Pentagono, Lloyd Austin. Lo riferisce il ministero russo, aggiungendo che nel corso del colloquio sono state discusse "questioni di sicurezza di interesse reciproco". 

  • 14:46

    Di Maio ordina il rientro del personale non essenziale da Kiev

    Nel corso della riunione di coordinamento sulla situazione in Ucraina presieduta alla Farnesina dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è stato deciso - d'intesa con le ambasciate dell'Unione Europea presenti nel Paese - di far rientrare il personale non essenziale della nostra sede diplomatica a Kiev, che resterà in ogni caso pienamente operativa.

  • 14:19

    La Farnesina invita gli italiani a lasciare l'Ucraina

    "In considerazione dell'attuale situazione, in via precauzionale, si invitano i connazionali a lasciare temporaneamente l'Ucraina con i mezzi commerciali disponibili". E' l'avviso diramato dall'Unità di crisi della Farnesina nell'ultimo aggiornamento sul sito Viaggiare sicuri.

     

  • 14:02

    Blinken a Lavrov, il canale diplomatico resta "aperto"

    Il canale diplomatico per una soluzione alla crisi ucraina rimane "aperto" ma serve una "de-escalation" da parte di Mosca. Lo ha detto il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, al collega russo, Serghei Lavrov, nella loro telefonata.

  • 13:52

    Anche la Spagna invita connazionali a lasciare l'Ucraina

    Il ministero degli Esteri spagnolo, definendo la situazione della sicurezza in Ucraina "volatile", ha raccomandato ai connazionali che risiedono nel Paese di considerare "seriamente" la possibilità di lasciarlo "temporaneamente".

  • 13:47

    Zelensky contro i rumors sulla data dell'invasione: creano panico

    "Credo che al momento ci siano troppe informazioni sui media riguardo una guerra su vasta scala da parte della Federazione russa contro l'Ucraina; si indicano addirittura le date precise". La critica è arrivata dal presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, dopo che ieri alcuni media, citando l'intelligence Usa, hanno parlato del 16 febbraio come data dell'attacco russo.

  • 13:31

    Lavrov a Blinken: sull'invasione russa solo propaganda

    Il ministro deli Esteri russo, Serghei Lavrov, ha accusato gli Stati Uniti di aver architettato una "campagna di propaganda" sulla possibile invasione dell'Ucraina, nella telefonata che ha avuto con l'omologo americano, Antony Blinken

  • 13:06

    Anche l'Olanda invita i connazionali a partire subito

    Il ministro degli Esteri olandese, Wopke Hoekstra, ha invitato i connazionali a lasciare l'Ucraina il prima possibile.

  • 12:41

    Cremlino, l'Occidente vuole "sottomettere" la Russia

    L'Europa ora sarebbe "più sicura" se l'Occidente non avesse cercato di "sottomettere" la Russia. Lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, sentito dall'agenzia russa Ria Novosti. "Se l'Occidente non si fosse trovato in questa euforia del 'sottomettere' la Russia, penso che tutto sarebbe andato diversamente".

  • 12:22

    La Germania invita i tedeschi a lasciare l'Ucraina

    Dopo gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, anche il governo tedesco ha invitato i propri connazionali che si trovano in Ucraina a lasciare il Paese subito.

     

  • 11:30

    Gli Usa ordinano l'evacuazione dell'ambasciata a Kiev

    Il dipartimento di Stato Usa ha ordinato la partenza della maggior parte dei dipendenti americani dell'ambasciata a Kiev "per la persistente minaccia di un'azione militare". L'iniziativa riguarda il personale "non di emergenza".

  • 10:16

    Mosca annuncia la riduzione dello staff diplomatico in Ucraina

    Il ministero degli Esteri russo ha dichiarato che la sua ambasciata e i consolati in Ucraina continueranno a lavorare, ma ha deciso di "ottimizzare" il numero del suo personale nel Paese, di fatto riducendolo.

  • 10:04

    L'ambasciatore britannico, continuiamo lavorare a Kiev

    L'ambasciata britannica a Kiev continua a lavorare. Lo ha annunciato su Twitter il capo missione, Melinda Simmons, sottolineando che rimane nel Paese con il suo staff. "Rimango a Kiev e continuo a lavorare con il nucleo della nostra squadra. L'ambasciata continua a funzionare".

  • 09:54

    Appello di Kiev alla nazione: importante mantenere la calma

    Le autorità ucraine hanno lanciato un appello alla calma ai propri cittadini chiedendo di non entrare nel panico davanti alle crescenti preoccupazioni per una imminente invasione russa.

  • 08:28

    Blinken: dalla Russia finora solo segni di escalation

    "Se la Russia è veramente interessata a risolvere questa crisi attraverso la diplomazia e il dialogo, siamo pronti a farlo" anche noi. Lo ha ribadito il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, parlando dalle Fiji dove è in visita. Questo, ha però aggiunto, "deve avvenire nel contesto di una de-escalation, ma finora abbiamo visto solo un'escalation da parte di Mosca".

  • 08:17

    Blinken annuncia: oggi telefonata con Lavrov

    Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, ha annunciato che questa sera sentirà al telefono il suo omologo russo, Serghei Lavrov, sullo sfondo dell'allarme lanciato da Washington per cui Mosca è pronta ad attaccare l'Ucraina la settimana prossima.

  • 07:40

    Ii diplomatici russi iniziano a lasciare l'Ucraina

    I dipendenti della missione diplomatica russa in Ucraina hanno iniziato a lasciare il Paese. Lo riporta Ria Novosti, citando una "fonte informata". "I diplomatici e i funzionari consolari in Ucraina hanno iniziato a tornare in Russia", scrive l'agenzia russa, secondo la quale sullo sfondo degli allarmi lanciati dai Paesi occidentali ai propri cittadini, "Mosca ha deciso d'intraprendere la stessa strada".

  • 03:38

    Esercitazioni nel Mar Nero per 30 navi russe

    Un'esercitazione su larga scala, che coinvolge piu' di 30 navi della marina russa, e' iniziata nel Mar Nero. Lo ha reso noto il servizio stampa della flotta del Mar Nero.

  • 00:39

    Casa Bianca, telefonata Biden-Putin su proposta russa

    La telefonata di stamane tra il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, e il presidente russo, Vladimir Putin, dedicata alla crisi in Ucraina, avviene sulla base di una prima proposta russa di una conversazione da tenersi nella giornata di lunedi'. Lo chiarisce in una nota la Casa Bianca, spiegando di aver successivamente avanzato la controproposta di un confronto oggi, accettata da Mosca.