La persona più vecchia del mondo ha compiuto 119 anni

La persona più vecchia del mondo ha compiuto 119 anni

La giapponese Kane Tanaka, che ha un debole per le bibite frizzanti e il cioccolato, è nata nel 1903, sei mesi prima di George Orwell, ed ha annunciato di voler estendere il suo record almeno per un anno ancora

giappone persona più vecchia del mondo compie 119 anni

© Masanobu Nakatsukasa / Yomiuri / AFP 
- La Giapponese Kane Tanaka che ha compiuto 119 anni 

AGI - La persona più vecchia del mondo, la giapponese Kane Tanaka, ha celebrato il 119esimo compleanno, annunciando l'intenzione di estendere il suo record almeno per un anno ancora.

Kane Tanaka, che ha un debole per le bibite frizzanti e il cioccolato, ha festeggiato ieri con lo staff della casa di riposo dove è ospitata, nella prefettura di Fukuoka nel sud-ovest del Giappone. Lo riporta The Guardian.

Nel Guinness dei primati Tanaka è stata riconosciuta come la giapponese più vecchia di sempre nel settembre 2020, quando raggiunse 117 anni e 261 giorni d'età, ricorrenza che celebrò con una bottiglia di Coca-Cola e facendo il segno della pace a beneficio dei fotografi.

Nata nel 1903, sei mesi prima di George Orwell, nell'anno in cui i fratelli Wright realizzarono il primo volo della storia e si tenne la prima edizione del Tour de France, Tanaka ha visto succedersi cinque imperatori sul Trono del Crisantemo.

L'ultracentenaria, a causa delle restrizioni sanitarie disposte per la pandemia di coronavirus, ha tenuto di recente contatti limitati con i famigliari, trascorrendo il tempo a fare puzzles e giochi da tavolo con il personale della casa di riposo.

Suo nipote Eiji, di 62 anni, ha espresso all'agenzia Kyodo l'auspicio di congratularsi di persona con la nonna il più presto possibile: "Spero che si mantenga in salute e si diverta ogni giorno che diventa più vecchia".

Settima di nove sorelle, Kane Tanaka si sposò a 19 anni e contribuì a gestire l'esercizio di famiglia, una spaghetteria, quando il marito e il figlio maggiore furono chiamati sotto le armi all'epoca del conflitto sino-giapponese nel 1937.

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute a settembre scorso, in Giappone si contano 86.510 centenari, con un incremento di 6.060 rispetto all'anno scorso. La stragrande maggioranza è costituita da donne, mentre gli uomini ammontano soltanto a 10 mila.

Nel 1963, anno in cui fu condotto il primo censimento di centenari, il Giappone ne contava appena 153, ma l'incremento è stato costante superando la soglia dei 10 mila nel 1998.

Anche l'aspettativa di vita nel Paese, una delle società che invecchiano più rapidamente sul Pianeta, non è mai stata così alta con una media di 87,74 anni per le donne e 81,64 anni per gli uomini.

Al contempo, i dati ufficiali censiscono solo un milione 200 mila di giapponesi che hanno compiuto vent'anni allo scoccare del 2022, con un calo di 40 mila rispetto all'anno scorso e ai minimi dal 1968, anno in cui fu avviata questa rilevazione. I ventenni hanno rappresentato negli ultimi 12 anni meno dell'1% della popolazione nipponica.