Il vaccino Pfizer fornisce un'alta protezione a Omicron

Il vaccino Pfizer fornisce un'alta protezione a Omicron

La rassicurazione arriva da Ugur Sahin, uno dei cofondatori di BioNTech, aggiungendo che le persone immunizzate avranno un elevato livello di protezione contro le sintomatologie gravi anche se contagiate dalla variante

vaccino Pfizer fornisce alta protezione Omicron 
 

© Ted ALJIBE / AFP 
- Vaccino Covid

AGI - La variante Omicron del nuovo coronavirus può portare a un maggior numero di contagi tra le persone vaccinate, che però manterranno un'alta probabilità di rimanere protette da infezioni con sintomi gravi. A dichiararlo al Wall Street Journal è Ugur Sahin, uno dei cofondatori di BioNTech, l'azienda tedesca che ha sviluppato insieme a Pfizer uno dei primi vaccini contro il Covid-19.    

Sebbene la nuova variante possa aggirare con maggiore facilità gli anticorpi generati nella reazione al vaccino per via del gran numero di mutazioni, il virus rimarrà probabilmente vulnerabile alle cellule immunitarie che lo distruggono una volta entrato nel corpo, ha spiegato Sahin. "Il nostro messaggio è: non fatevi prendere dal panico, il piano rimane lo stesso: accelerare la somministrazione del richiamo", ha dichiarato il cofondatore di BioNTech. 

vaccino Pfizer fornisce alta protezione Omicron 
 
© Jakub Porzycki / NurPhoto / NurPhoto via AFP 
Vaccino Pfizer

Protezione elevata contro sintomatologie gravi

Sulla base delle conoscenze attuali sui meccanismi del vaccino e la biologia delle varianti, Sahin ha affermato di ritenere che le persone immunizzate avranno un elevato livello di protezione contro le sintomatologie gravi anche se contagiate dalla variante Omicron, come è già avvenuto con le precedenti varianti emerse nei mesi scorsi.     

La variante Delta al momento prevalente, ha aggiunto Sahin, ha infettato ad esempio in modo più facile le persone vaccinate, le quali hanno però registrato per lo più sintomi lievi. "La nostra convinzione è basata sulla scienza. Se un virus aggira la risposta immunitaria, lo fa contro gli anticorpi ma c'è un secondo livello di risposta immunitaria che protegge dalla malattia grave: le cellule T", ha spiegato ancora Sahin. "Anche se si presenta come 'variante sfuggente', un virus difficilmente sarà in grado di aggirare del tutto le cellule T".       

In precedenza l'ad di Moderna, Stephane Bancel, aveva dichiarato al Financial Times di prevedere che i vaccini attualmente disponibili saranno meno efficaci contro la variante Omicron.