Merkel a Putin: "Disumana e inaccettabile strumentalizzazione dei migranti"

Merkel a Putin: "Disumana e inaccettabile strumentalizzazione dei migranti"

La cancelliera tedesca ha telefonato al presidente russo chiedendo un suo intervento sulla Bielorussia, vista l'altissime tensione al confine polacco dove migliaia di persone stanno tentando di entrare e sono fronteggiare dall'esercito di Varsavia

telefonata merkel putin inaccettabile disumana strumentalizzazione dei migranti

© Tobias SCHWARZ / AFP  - Angela Merkel e Vladimir Putin

AGI - Angela Merkel ha avuto un colloquio telefonico con Vladimir Putin. Lo riferisce su Twitter il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert: "La cancelliera ha telefonato con il presidente Putin per discutere della situazione al confine bielorusso-polacco". A detta del portavoce, Merkel "ha sottolineato che la strumentalizzazione dei migranti attraverso il regime bielorusso è disumano e inaccettabile e ha pregato il presidente Putin di intervenire" su questa situazione.

Il presidente russo ha invitato la cancelliera tedesca a stabilire un dialogo diretto con Minsk sulla crisi migratoria ai confini con la Polonia e la Lituania. Come riferisce il Cremlino in una nota, riportando i contenuti del colloquio telefonico tra i due leader, "il presidente della Federazione russa ha proposto di avviare una discussione nei contatti diretti dei rappresentanti degli Stati membri dell'Ue con Minsk".

Putin e Merkel hanno deciso di continuare i contatti su questo argomento, ha aggiunto il Cremlino, sottolineando che l'iniziativa della telefonata è avvenuta da parte tedesca. La cancelliera aveva chiesto al presidente russo di esercitare la sua influenza sul leader bielorusso, Aleksandr Lukashenko, denunciando una "strumentalizzazione" inaccettabile dei migranti.