Orhan Pamuk di nuovo indagato per vilipendio in Turchia

Orhan Pamuk di nuovo indagato per vilipendio in Turchia

 Le parole finite nel mirino della magistratura sono contenute nel libro 'Le notti della peste'

Turchia orhan pamuk accusato vilipendio

Lo scrittore turco Orhan Pamuk

AGI - Lo scrittore turco Orhan Pamuk, premio Nobel per la letteratura, è indagato in Turchia con l'accusa di vilipendio nei confronti del Paese e del fondatore della Repubblica, Mustafa Kemal Ataturk.

Le parole finite nel mirino della magistratura sono contenute nel libro 'Le notti della peste' e avevano portato a un primo procedimento terminato in un non luogo a procedere, per poi essere di nuovo impugnato oggi dalla procura di Smirne. Il primo a presentare querela era stato un avvocato di Smirne, Tarcan Uluk.

Secondo l'accusa Pamuk avrebbe fomentato odio interetnico e sentimenti d'inimicizia per aver parlato della morte di un milione di armeni e 30 mila curdi uccisi tra la fine dell'impero ottomano e negli anni seguenti la fondazione della Repubblica nel 1923.

Secondo la procura anche il libro 'Le notti della Peste' conterrebbe simili incitamenti a odio e inimicizia e prenderebbe di mira 'la nazione turca'. In Turchia il vilipendio ad Ataturk è punito con pene detentive fino a cinque anni.