Il triceratopo più grande del mondo è stato venduto a 6,6 milioni di euro

Il triceratopo più grande del mondo è stato venduto a 6,6 milioni di euro

Soprannominato "Big John" è risultato completo al 60 per cento - evento piuttosto raro - e il suo cranio addirittura al 75 per cento. L'aquirente ha superato altri dieci concorrenti, con una gara al rialzo a quattro nella fase finale

francia triceratopo venduto oltre 6 milioni euro

Il triceratopo "Big John" venduto all'asta per 6,6 milioni di dollari

AGI - Il triceratopo più grande mai scoperto finora, soprannominato Big John, è stato acquistato all'asta a Parigi da un anonimo collezionista privato americano per 6,6 milioni di euro. Più del quadruplo degli 1,5 milioni di euro inizialmente stimati come base d'asta. L'aquirente ha superato altri dieci concorrenti, con una gara al rialzo a quattro nella fase finale.

Le ossa del dinosauro sono state trovate nel maggio 2014 e lo scavo è stato completato più di un anno dopo. I pezzi del fossile sono stati assemblati in Italia dall'officina Zoic, specialista nel restauro di scheletri preistorici; Big John è risultato completo al 60 per cento - evento piuttosto raro - e il suo cranio addirittura al 75 per cento.

"Il suo scheletro è più grande del 5/10 per cento di qualsiasi altro esemplare trovato finora e, in più, è molto completo. è un capolavoro", ha spiegato Iacopo Briano, uno dei paleonotologi che ha supervisionato la ricostruzione.

Il triceratopo più grande del mondo ha un teschio e un collare osseo che misurano 2,62 metri di lunghezza, 2 metri di larghezza e che pesano più di 700 chili. E le sue corna sono lunghe più di un metro. Nonostante l'aspetto spaventoso, Big John è un erbivoro.

A suo tempo, circa 66 milioni di anni fa, viveva a Laramidia, un continente insulare che si estendeva dall'attuale Alaska al Messico, e morì in un'antica pianura ora conosciuta come la formazione geologica di Hell Creek, in South Dakota. Una lacerazione sul collare osseo fa pensare che Big John sia stato ferito nel combattimento con un altro triceratopo.

Gli esperti dicono che la passione per gli scheletri di dinosauro è sempre più forte e sta facendo salire i prezzi d'acquisto, causando frustrazione nei musei e nei centri di ricerca spesso incapaci di raccogliere i fondi necessari.

Nell'ottobre del 2020, ad esempio, un raro scheletro di allosauro - uno dei dinosauri più antichi, considerato il "nonno" del T-rex - è stato venduto sempre a Parigi ad un anonimo per poco più di 3 milioni di euro, il doppio della quotazione.