L'Egitto libera l'attivista Esraa Abdelfatah dopo due anni 

L'Egitto libera l'attivista Esraa Abdelfatah dopo due anni 

Oltre alla 48enne giornalista simbolo della rivoluzione di piazza Tahrir, in carcere dal 2019, liberati anche lo scrittore Yamal al Yaml e il vicepresidente del partito Alleanza del popolo socialista, Abdelnaser Ismael

egitto liberata attivista esraa abdelfatah

© (Afp) -  Piazza Tahrir, Il Cairo

AGI - Le autorità giudiziarie hanno rilasciato Esraa Abdelfatah, una delle attiviste più importanti del Paese. Quarantatreenne, una dei volti più importanti della rivoluzione egiziana del 2011, Esraa Abdelfatah ha trascorso un anno e nove mesi in custodia cautelare. Lo ha reso noto l'ong centro egiziano per i diritti economici e sociali e confermato fonti a lei vicine. L'attivista era in custodia cautelare accusata di "diffondere notizie false, essersi unita e partecipare a un gruppo vietato e abusare dei social network".

Un'aspirante al Nobel per la Pace

La giornalista indipendente Solafa Magdy, arrestata nel novembre 2019 e rilasciata tre mesi fa, ha confermato sul suo account Facebook che adesso Abdelfatah è "libera" a casa sua. Esraa, che è tra i fondatori del Movimento 6 aprile, insieme ad Ahmed Maher, aspirava al premio Nobel per la pace nel 2011; era stata arrestata nell'ottobre 2019 al Cairo mentre era nel suo veicolo e data per dispersa per ore. 

Il Centro egiziano per i diritti economici e sociali ha aggiunto che oggi sono state rilasciate altre due persone: lo scrittore Yamal al Yaml e il vicepresidente del partito Alleanza del popolo socialista, Abdelnaser Ismael; proprio quest'ultimo si è a lungo battuto per il diritto all'istruzione nel Paese e per i diritti degli insegnanti.