"L'America è tornata, l'economia è in moto", dice Biden

"L'America è tornata, l'economia è in moto", dice Biden

Il presidente americano: "Abbiamo girato la sorte di una pandemia unica in 100 anni. Questa è la nostra occasione per ricostruire l'economia dal basso verso l'alto"

Biden America tornata economia in moto

Joe Biden

AGI -  "L'America è tornata, è in moto". Cosi' il presidente Joe Biden, durante un discorso sull'economia al Cuyahoga Community College di Cleveland, nell'Ohio, parlando davanti a cartelli con lo slogan "Il piano dei colletti blu per l'America". 

"Abbiamo girato la sorte di una pandemia unica in 100 anni - ha rimarcato Biden - e ora abbiamo di fronte una domanda: quale economia vogliamo costruire per il futuro? Cosa vogliamo fare? Io penso che questa sia la nostra occasione per ricostruire l'economia dal basso verso l'alto". Il presidente ha dunque sottolineato l'impegno della sua amministrazione per rilanciare l'occupazione e combattere la pandemia con la campagna di vaccinazione.

"I casi di Covid sono in calo. Le morti sono in calo - ha insistito Biden - le richieste di disoccupazione sono in calo. La fame è in calo. Le vaccinazioni sono in aumento. I posti sono in aumento. La crescita sale. Per metterla piu' semplicemente, l'America e' tornata, l'America è in moto".

Il presidente Joe Biden ha quindi insistito sulla necessità di alzare a 15 dollari l'ora la paga minima in America: "Nessuno che lavora 40 ore a settimana dovrebbe vivere in povertà",  ha detto il presidente durante il suo intervento sull'economia a Cleveland, sottolineando che la ripresa dell'economia deve essere inclusiva

E ha aggiunto:  "Non abbiamo avuto alcun problema a approvare il piano fiscale da 2 mila miliardi di dollari che è andato a vantaggio dell'1% e che non era affatto finanziato", ha osservato il comandante in capo, indicando come gli sgravi voluti da Trump abbiano semplicemente fatto aumentare il debito di 2 mila. miliardi. 

Biden ha invece proposto di finanziare il suo piano per le infrastrutture con un aumento delle tasse sui più ricchi.