Dietro l'addio di Bill Gates a Microsoft ci sarebbero le sue scappatelle?

Dietro l'addio di Bill Gates a Microsoft ci sarebbero le sue scappatelle?

Alcuni tabloid americani stanno scavando nella vita privata dell'uomo più ricco del mondo dopo l'annuncio della separazione dalla moglie Melinda

bill gates addio microsoft scappatelle ann winblad

© Agf - Melinda e Bill Gates

AGI - Le numerose vacanze con l'ex fidanzata quand'era già sposato con Melinda, i "consigli" di Jeffrey Epstein, i corteggiamenti e gli inviti non esattamente innocenti ad alcune impiegate, un altro rapporto considerato "sconveniente" che portò il fondatore addirittura a dimettersi dal consiglio d'amministrazione della sua stessa creatura, la Microsoft: si moltiplicano i dettagli sulle cause dell'annuncio di uno dei divorzi del millennio, quello tra Bill e Melinda Gates, nel quale c'è in gioco un patrimonio da 130 miliardi di dollari.

Un grande calderone in cui confondono le dichiarazioni dello stesso Gates, in cui si rincorrono ricostruzioni vere o anche solo presunte, ricordi di ex collaboratori e missive di impiegati della stessa Microsoft. Ma in cima a tutto c'è la storia della lunga relazione con Ann Winblad: con lei, come rivelò lo stesso fondatore di Microsoft in un'intervista del 1997, Bill aveva l'abitudine di andare in vacanza una volta all'anno anche dopo le nozze con Melinda.

"Ma non è accertato se questa tradizione sia ancora in auge", aggiunge Business Today. Gates e Winblad si conobbero nel 1984 ad una conferenza e - questa la versione ufficiale - si sarebbero lasciati tre anni dopo "perché lei era più vecchia di cinque anni", e contrariamente a lui, "pronta al matrimonio".

Nondimeno, continua la testata, "i due mantennero un accordo anche dopo il matrimonio con Melinda, secondo il quale avrebbero mantenuto vita natural durante l'abitudine della vacanza annuale". In sostanza, per molti anni Gates e Winblad avrebbero passato ogni anno "un lungo weekend" nella casa al mare di lei in Carolina del Nord, "guidando 'dune buggies', andando in deltaplano e camminando sulla spiaggia".

Alla rivista Time, Gates raccontò che, con l'amica Ann, poteva "giocare a minigolf discutendo di biotecnologia". Winblad la raccontava cosi': "Condividiamo i pensieri sul mondo e su noi stessi". Prima delle nozze con Melinda, la coppia era stata in vacanza in Brasile, in California e a Zanzibar (dove studiarono l'evoluzionismo con l'aiuto dell'antropologo Donald Johanson).

Un rapporto profondo, come dimostrerebbe il fatto che prima di sposarsi Bill chiese l'approvazione di Ann. Meno romantica la vicenda dei "consigli" di Epstein, il miliardario accusato di traffico sessuale che si è tolto la vita prima di essere processato. A quanto sostiene The Daily Beast, Epstein avrebbe suggerito a Gates di lasciare Melinda "durante decine di incontri nel suo appartamento di Manhattan da 77 milioni di dollari": i due miliardari "erano molto vicini" e le visite di Gates a casa Epstein rappresentavano "una fuga dal suo matrimonio infelice".

Secondo il Daily Beast, il fondatore di Microsoft descriveva come "tossico" il suo rapporto con Melinda. Pare sia stata proprio quest'amicizia - che andava avanti dal 2011 - a spingere la signora Gates ad interpellare per la prima volta un avvocato divorzista, nell'ottobre 2019.

È invece il New York Post ad avere indagato sulla relazione che Gates avrebbe avuto con un'impiegata Microsoft: il cda del colosso multimediale era stato messo sull'attenti circa due anni fa, quando era arrivata una lettera della donna che rivelava una storia "durata per anni", a quanto pare sin dal 2000. Nella missiva, l'autrice - oltre a chiedere di ottenere una nuova collocazione all'interno dell'azienda - faceva anche esplicita richiesta che le sue affermazioni venissero comunicate a Melinda.

"Il board prese le accuse molto sul serio e lanciò un'indagine sul comportamento di Gates", scrive il giornale. La portavoce del miliardario, Bridgett Arnold, ha confermato "che vi fu una relazione, quasi vent'anni fa, finita in modo amichevole", ma ha assicurato che "la decisione di lasciare il board non era in alcun modo collegata a tale vicenda".

In più Arnold contesta "la ricostruzione" della condotta di Gates: "È estremamente sgradevole che vi siano stati così tante falsità pubblicate sulle cause e le circostanze del divorzio", ha affermato la portavoce, secondo la quale "le speculazioni intorno al divorzio sono sempre più assurde, ed è spiacevole che persone con scarsa conoscenza della situazione vengano descritte come 'fonti'".

Secondo Arnold, Gates non partecipò mai ad alcuna delle feste di Epstein e mai furono presenti "giovani donne attraenti" ai loro incontri. "Bill incontrò Epstein solo per discutere di iniziative di filantropia". E vi sono altri rilievi alla condotta di Gates mentre era ancora alla Microsoft. Secondo il New York Post, per esempio, il miliardario chiese appuntamenti galanti a diverse donne: nel 2006, in una di queste occasioni, inviò un'email ad una dipendente per chiederle di uscire a cena dopo che lei aveva fatto una presentazione. Nella stessa mail, Gates aggiungeva: "Se questa richiesta ti mette a disagio, fai finta che non sia mai successo".

Il fondatore di Microsoft si dimise dal consiglio d'amministrazione della società il 13 marzo 2020, tre mesi dopo esser stato confermato nel mandato. E si giustificò dicendo che voleva dedicarsi interamente alla filantropia.