I negoziati tra Bruxelles e Londra sulla Brexit continuano

I negoziati tra Bruxelles e Londra sulla Brexit continuano

Lo annuncia una nota congiunta della presidente della Commissione, Ursula von der Leyen e del primo ministro britannico, Boris Johnson al termine del colloquio telefonico di questa mattina

brexit negoziati londra bruxelles johnson von der leyen

Boris Johnson, Ursula von der Leyen

AGI - I negoziati tra Bruxelles e Londra su Brexit andranno avanti. Lo annuncia una nota congiunta della presidente della Commissione, Ursula von der Leyen e del primo ministro britannico, Boris Johnson al termine del colloquio telefonico di questa mattina. "Abbiamo avuto una telefonata utile e abbiamo discusso i principali argomenti ancora non risolti", si legge nella nota.

"I nostri team di negoziazione hanno lavorato giorno e notte negli ultimi giorni". Dopo quasi un anno di trattative, "nonostante il fatto che le scadenze siano saltate piu' e piu' volte, pensiamo che a questo punto sia responsabile fare un ultimo miglio supplementare. Di conseguenza, abbiamo incaricato i nostri negoziatori di proseguire i colloqui e di vedere se e' possibile raggiungere un accordo anche in questa fase avanzata", concludono von der Leyen e Johnson. 

I dubbi di BoJo

"Allo stato attuale delle cose, temo che siamo ancora molto distanti su alcuni elementi fondamentali". È il commento del premier britannico, dopo la dichiarazione congiunta con la presidente della Commissione Ue sui negoziati post-Brexit. "La cosa più probabile ora è che dobbiamo prepararci per i termini dell'Omc", ha aggiunto lasciando intendere la probabilità di un 'no deal'. 

"Il Regno Unito di certo non si ritirerà dai colloqui. Penso ancora che ci sia un accordo da fare se i nostri partner vogliono farlo", ha proseguito. "Proveremo con tutto il cuore e saremo il più creativi possibile", Ma la Gran Bretagna "non può scendere a compromessi sulla "natura fondamentale" della Brexit, con il controllo delle leggi e la pesca britanniche", ha precisato. 

"I conservatori avevano promesso al popolo britannico di avere un accordo pronto e che avrebbero portato a termine la Brexit. Il governo deve mantenere quella promessa, farci ottenere l'accordo e permetterci di andare avanti come Paese". È quanto sostiene un portavoce dell'opposizione laburista della Gran Bretagna, citato dal Guardian.

Michel: "No ad accordo a tutti i costi"

"Non vogliamo un accordo a tutti i costi, quello che vogliamo è un buon accordo, un accordo che rispetti i principi del fair play economico". Lo dice il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, intervistato dalla radio francese France Inter. "È nell'interesse dell'Unione europea mantenere relazioni molto strette e amichevoli con il Regno Unito", ha aggiunto.

Merkel: "Fare tutto il possibile"

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, invece, ha detto che "va fatto tutto il possibile" per arrivare a un accordo tra Bruxelles e Regno Unito sui rapporti commerciali post-Brexit. Merkel ha commentato gli sviluppi sui negoziati tra Londra e Bruxelles, nella conferenza stampa in cui ha annunciato l'introduzione di un lockdown duro in Germania contro il Covid-19.