La Corte Suprema Usa mette in cassaforte la vittoria di Biden. Respinto il ricorso del Texas e di Trump

La Corte Suprema Usa mette in cassaforte la vittoria di Biden. Respinto il ricorso del Texas e di Trump

Con una sentenza di appena una pagina la Corte Suprema sentenzia che il ricorso non ha basi legali. Il 20 gennaio 2021 Biden si insedierà alla Casa Bianca 

corte suprema trump

© AFP - Joe Biden

AGI - La Corte suprema ha respinto il ricorso del Texas e del presidente Donald Trump  per ribaltare il verdetto delle presidenziali americane che ha decretato la vittoria del democratico Joe Biden.

Il verdetto della Corte Suprema di fatto azzera le possibilità per Trump di ribaltare il verdetto dell'urna a suo favore. Il prossimo 20 gennaio sarà il democratico Joe Biden ad insediarsi.
   

Il massimo organo giudiziario degli Stati Uniti, con una sentenza di appena una pagina, sostiene che cade fuori dalla giurisdizione del Texas la modalità con cui gli altri Stati conducono il processo elettorale e quindi non vi sono le basi legali per il ricorso. Nell'istanza presentata martedì scorso dello Stato della Stella solitaria, con l'appoggio di Trump e di oltre 100 parlamentari repubblicani, si denunciano Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin per l'estensione dei termini del il voto per posta. I quattro Stati hanno chiesto alla Corte Suprema di respingere il ricorso e la loro richiesta è stata accolta.

Questi i prossimi passaggi verso l'insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca:

- 14 dicembre: i grandi elettori devono votare per il presidente, in linea di principio per il candidato scelto dal voto popolare del loro stato. In linea teorica (non succede quasi mai) i grandi elettori possono anche non votare per il candidato che nel loro stato ha vinto il voto popolare, diventando “faithless elector”. I voti per il presidente e il vice-presidente vengono contati e certificati in ciascun stato; i certificati vengono mandati a una serie di uffici federali e al presidente del Senato (che attualmente è il vice di Trump, Mike Pence).

- 6 gennaio 2021: La camera dei rappresentanti e il Senato a Washington Dc si riuniscono in seduta comune per contare i voti elettorali. Quando viene superata la soglia dei 270 voti elettorali, il presidente del Senato annuncia i risultati.
Joe Biden ha ampiamente superato questa soglia.

- 20 gennaio 2021: È il cosiddetto inauguration day. Il presidente uscente accoglie il nuovo eletto alla Casa Bianca. A questo punto, in una cerimonia alla quale partecipano tutti i predecessori ancora in vita, il nuovo presidente presta giuramento. La cerimonia è presieduta dal giudice capo della Corte suprema, attualmente John Roberts.