L'Argentina approva la patrimoniale per l'emergenza Covid-19 

La tassa colpisce i patrimoni di oltre 200 milioni di pesos, circa 2 milioni di euro, e servirà a finanziare l'acquisto di  forniture mediche 

Covid Argentina  tassa patrimoniale

© CAROL SMILJAN / NURPHOTO - Alberto Fernandez presidente Argentina

AGI -  L'Argentina ha approvato una tassa patrimoniale una tantum per raccogliere fondi per contribuire a pagare le forniture mediche e i pacchetti di aiuti finanziari durante la pandemia di Covid-19.

La "tassa del milionario", che colpisce le persone con un patrimonio di oltre 200 milioni di pesos (circa 2 milioni di euro), è passata al Senato con 42 voti a 26.  Il Paese sudamericano ha registrato quasi 1,5 milioni di casi accertati e quasi 40.000 morti per il Covid-19.

Intanto, il presidente argentino Alberto Fernandez ha annunciato che le misure sanitarie adottate dal 20 marzo per affrontare la pandemia continueranno fino al 20 dicembre, anche se ha introdotto cambiamenti nella valutazione del rischio della maggior parte delle aree del Paese. 

Ora quasi tutto il territorio è sotto la categoria di area a distanza sociale obbligatoria, mentre solo due città meridionali  del Paese Bariloche e Puerto Deseado, rimangono come aree a bassa distanza sociale obbligatoria.

Fernandez ha detto che prevede di vaccinare 300.000 persone contro il covid-19 prima della fine dell'anno, con le dosi che arriveranno dallo Sputnik V, mentre ha stimato che ne coprirà altri 10 milioni tra gennaio e febbraio con lo stesso vaccino russo.