America2020: Trump tv, Newsmax vola e Fox corregge il tiro

America2020: Trump tv, Newsmax vola e Fox corregge il tiro

All'inizio del 2019, Newsmax e l'altra piccola emittente ultraconsevatrice ora molto in voga, American One News (Oan), venivano considerate solo delle mosche nella galassia dell'informazione. Ora Trump non fa che rilanciare le loro storie

America2020: Trump tv, Newsmax vola e Fox corregge il tiro

© Afp -  Christopher Ruddy, fondatore e Ceo di Newsmax

AGI - Pensavano che Newsmax fosse uno scherzo: quando l’audience è crollata davvero a Fox News hanno smesso di ridere. Tutta colpa del fair play dell’ultimo strascico di campagna elettorale, con ampio spazio dedicato dalla tv di Rupert Murdoch ad entrambi i candidati e culminato con l’attribuzione della vittoria al democratico Joe Biden.

Un affronto imperdonabile per Donald Trump che da quel momento ha fatto di tutto per dirottare gli ascolti verso la sua nuova emittente di riferimento, la piccola tv ultraconservatrice dell’amico Christopher Ruddy. Obiettivo centrato, a quanto pare. Nelle tre settimane successive all’Election Day, gli ascolti in prima serata di Fox sono scesi del 29%. Nello stesso periodo, Newsmax ha registrato una media di 370.000 spettatori a sera, ovvero il 277% in più secondo Bloomberg.  

La nuova star è Greg Kelly che con il suo programma delle 19 su Newsmax è passato in un colpo da 80.000 a 800.000 telespettatori, dopo che Fox, il 7 novembre, ha decretato il trionfo di Biden. Prima delle elezioni, Kelly vantava in media 30.000 telespettatori nell'ambita fascia di eta' compresa tra i 25 e i 54 anni, contro i 500.000 di "The Story" su Fox alla stessa ora.

Dopo le elezioni, Kelly è salito quota 188.000 contro i 288.000 di Fox. Figuriamoci cosa succederebbe se "The Donald" sbarcasse su Newsmax con un programma tutto suo. Ruddy ovviamente lo accoglierebbe a braccia aperte. Fox, la prima tv conservatrice d'America, si ritroverebbe a contendere follower al capo, di fatto, del partito repubblicano.

Certo dipenderà dal peso politico che Trump continuerà ad avere dopo aver lasciato la Casa Bianca. Ma tutto sembra, tranne che Trump voglia mollare la presa. "Ci vediamo tra quattro anni", ha detto alludendo ad una sua ricandidatura nel 2024.

È vero che l'audience di Fox resta cinque volte superiore a quella di Newsmax. È anche vero che dopo una simile maratona elettorale il calo è fisiologico. Pure nel 2012 Fox perse quota dopo la sconfitta di Mitt Romney da parte di Barack Obama. Fox nega di aver paura del nuovo concorrente, ma l'impressione e' che stia correndo ai ripari.

Ieri ha trasmesso live tutta la conferenza stampa della portavoce di Trump, Kayleigh McEnany, cosi' come nei giorni scorsi aveva mandato in onda la conferenza stampa integrale di Rudy Giuliani. Martedì ha invece totalmente ignorato il presidente eletto quando ha presentato la sua squadra di governo per l'economia con l'ex capo della Federal Reserve Janet Yellen, nominata al Tesoro. Non può essere un caso.

Ai producer di Fox è stato ordinato di marcare gli ospiti, di esortarli a non apparire sugli schermi di Newsmax, nel frattempo diventato gettonatissimo come commentatore. Nelle ultime settimane ha concesso interviste a Cnn, Cnbc, Daily Beast, New Yorker e Variety e ha accusato Fox di violazione della concorrenza con il blocco degli ospiti.

All'inizio del 2019, Newsmax e l'altra piccola emittente ultraconsevatrice ora molto in voga, American One News (Oan), venivano considerate solo delle mosche nella galassia dell'informazione. Ora Trump non fa che rilanciare le loro storie. "Un'onda enorme di telespettatori ha abbandonato Fox trovando casa su Oan", ha proclamato il presidente della società Charles Herring, parlando di "infiltrati di sinistra" nella tv di Murdoch.

I telespettatori di Fox sono al 60% rappresentati da over 65enni conservatori che vogliono sentire parlare di Trump, della sua battaglia legale contro i brogli elettorali, delle schede truccate, delle cospirazioni, insomma delle elezioni rubate, secondo la vulgata del presidente.

Domenica scorsa Maria Bartiromo di Fox, alla quale Trump ha concesso la prima intervista dal voto, si è scagliata contro la tecnologia di Dominion che avrebbe falsato il verdetto dell'urna. Il collega Eric Shawn qualche ora più tardi ha corretto il tiro con un'intervista ad un portavoce di Dominion che ha respinto gli addebiti. Ebbene, il programma di Bartiromo, trumpiana doc, è stato seguito da 1,9 milioni di telespettatori, quello del moderato Shawn sulla stessa rete non è arrivato ad un milione.

Allo stesso modo Newsmax sta catalizzando gli ascolti di quell'America rossa che non accetta, come il presidente, di aver perso le elezioni. Newsmax è uno scherzo? "Giudica uno scherzo quando hai finito di ridere", suggeriva David Lloyd George, l'ex ministro britannico progressista soprannominato il Mago Gallese.