La strategia di Pedro Sanchez per vaccinare gli spagnoli dal Covid

La strategia di Pedro Sanchez per vaccinare gli spagnoli dal Covid

Il premier: "Abbiamo investito 120 euro a persona. È un piano di vaccinazione che dovrebbe farci sentire orgogliosi". Ci saranno 13 mila punti di vaccinazione e un piano unico nazionale per la gestione

spagna vaccini strategia sanchez

 Pedro Sanchez, Spagna (Afp)

AGI - La Spagna avrà 13 mila punti di vaccinazione contro il Covid-19 e una strategia unica a livello nazionale. Lo ha annunciato il premier, Pedro Sanchez, che ha anticipato i cinque punti chiave del maxi piano di vaccinazione, che sarà approvato martedì dal Consiglio dei ministri, con cui si intende dare "accessibilità totale" a tutta la popolazione "ovunque viva".

"Ogni anno in Spagna 10 milioni di persone vengono vaccinate contro l'influenza. Per questo motivo, si ritiene che il Sistema sanitario nazionale sia pronto a raggiungere l'obiettivo. Un esempio: quest'anno, in 8 settimane, sono state vaccinate 14 milioni di persone persone", ha detto Sanchez.

La popolazione totale della Spagna è di 47 milioni. In secondo luogo, garantirà che tutti i gruppi prioritari abbiano accesso al vaccino; e per questo, come terzo punto, verrà concordata un'unica strategia di vaccinazione, che sarà sviluppata da un gruppo multidisciplinare di esperti tra loro rappresentanti delle Comunità autonome, del Consiglio Interterritoriale e della bioetica.

L'organizzazione del Sistema sanitario nazionale in Spagna, basata sulle cure primarie e l'accesso universale, che ha un'ampia distribuzione geografica dei centri sanitari, faciliterà un accesso equo al vaccino; e, infine, vi sarà anche un sistema di informazione e registrazione per il monitoraggio e l'inoculazione delle vaccinazioni. Sanchez ha inoltre affermato che si sta lavorando per fare in modo che la logistica "garantisca la temperatura necessaria" per la conservazione del vaccino, che dev'essere a 70 gradi sotto zero.

Infine, è emerso l'impegno del Governo ad aumentare "fino a 10 mila" le posizioni di professionisti con formazione sanitaria per rafforzare i servizi sanitari delle Comunità autonome e rafforzare il sistema sanitario nazionale.

"Un impegno molto forte e clamoroso da parte di tutte le istituzioni e che rafforza l'impegno permanente di questo governo per la salute pubblica. Solo nei piani sanitari anti-Covid, il nostro Paese raddoppia la media Ue. Abbiamo investito 120 euro a persona. È un piano di vaccinazione che dovrebbe farci sentire orgogliosi", ha evidenziato. Nel frattempo l'incidenza accumulata dei casi di Covid-19 su 100 mila abitanti è tornata sotto i 400, "dimostrazione dell'efficacia delle misure di restrizione adottate", ha spiegato il premier socialista.