"La regina è morta". Una radio francese pubblica per errore il necrologio di Elisabetta

"La regina è morta". Una radio francese pubblica per errore il necrologio di Elisabetta

Sul sito dell'emittente sono stati pubblicati una serie di necrologi, già pronti, di diverse figure importanti: oltre alla monarca, Clint Eastwood e Pelè

radio francese pubblica necrologio regina elisabetta

© Handout / MAE KOR NEAW FOUNDATION / AFP 
- Regina Elisabetta

AGI - La radio francese Rfi ha 'ucciso' la regina Elisabetta II, per errore. Sul sito dell'emittente sono stati pubblicati una serie di necrologi, già pronti, di diverse figure importanti: oltre alla monarca, la Guida Suprema iraniana Ali Khamenei, l'ex presidente americano Jimmy Carter, il leader cubano Raul Castro, l'attore Clint Eastwood e il calciatore Pelè.

La pubblicazione di "centinaia" di 'coccodrilli', come vengono chiamate nei media le biografie di personaggi importanti, preparati in anticipo e pronti a essere usati, è avvenuta durante "la migrazione dal sito di Rfi verso un nuovo sistema di pubblicazione dei contenuti".

La radio si è affrettata a rettificare, sostenendo che si è trattato di "un problema tecnico" sul quale si sta "lavorando per rimediare a questo serio bug e determinare cause e responsabilità". "Offriamo le nostre scuse alle persone interessate e a coloro che ci seguono e si fidano di noi", ha aggiunto l'emittente pubblica francese.