Ospedali pieni causa Covid, inglese si estrae due denti da solo

Ospedali pieni causa Covid, inglese si estrae due denti da solo

Il quarantaduenne aveva bevuto otto lattine di birra prima di procedere all'operazione artigianale con un paio di pinze da meccanico arrugginite

estrarsi denti da solo covid inghilterra

© Portsmouth News via Daily Mail - Chris Savage

AGI - Un quarantaduenne di Portsmouth, nella contea inglese di Hampshire, si è estratto da solo due incisivi superiori non riuscendo a ottenere un appuntamento presso le strutture sanitarie pubbliche, oberate dall'emergenza Covid. È il Daily Mail a raccontare la storia di Chris Savage che, avendo perso il lavoro durante l'epidemia, non ha potuto avvalersi di un ospedale privato e si è rivolto invano a venti dentisti convenzionati prima di decidere di provvedere da solo con un paio di pinze da meccanico arrugginite, sfidando il rischio di una sepsi.

Savage si era rotto i due denti lo scorso anno dopo un frontale con la bicicletta e aveva iniziato ad avvertire dolori da alcuni giorni. Non essendosi ancora registrato presso l'unità locale a tre anni dal suo trasferimento da Alton, l'uomo non aveva un medico curante e si è quindi rivolto al 111, il centralino del Sistema Sanitario Nazionale (Nhs). Gli operatori lo hanno così indirizzato verso alcuni professionisti che avevano accettato di svolgere collaborazioni straordinarie per aiutare una Sanità sovraccaricata dall'epidemia di coronavirus ma ciascuno di loro, ha spiegato, lo ha dirottato di nuovo al 111.

"L'esperienza più orribile della mia vita"

"È stato un colossale gioco di scaricabarile", ha raccontato Savage al Daily Mail, spiegando che, per sopportare il "dolore insopportabile" dell'estrazione ha bevuto otto lattine di Stella Artois prima di procedere all'operazione casalinga, che ha definito "l'esperienza più orribile della sua vita". "Avrei potuto attendere una settimana e chiedere soldi in prestito ma non potevo davvero aspettare", ha aggiunto, tanto era il dolore causatogli dai due denti rotti.

Roger Batterbury, presidente dell'organizzazione Healtwatch Portsmouth, si è detto "assolutamente scioccato" dalla storia "davvero terrificante che non avrebbe mai dovuto accadere". Batterbury ha affermato di avere avuto notizia di molti casi di persone che non sono riuscite a ottenere la necessaria assistenza sanitaria durante l'emergenza Covid, nel 50% dei casi per cure dentali.

"Se un paziente è stato ritenuto clinicamente bisognoso di cure urgenti che non possono essere eseguite da un professionista locale, può rivolgersi a una delle strutture dentistiche di emergenza che rimangono attive", ha fatto invece sapere un portavoce dell'Nhs.