Coronavirus, la Francia alza l'allerta: bar chiusi al Sud

Coronavirus, la Francia alza l'allerta: bar chiusi al Sud

"La situazione continua a peggiorare nel complesso", ha avvertito Veran, in un momento in cui tutti gli indicatori si stanno deteriorando da diversi giorni

Coronavirus: Francia alza allerta bar chiusi al Sud

© AFP  - Marsiglia, lockdown

Il governo francese ha annunciato nuove misure draconiane per combattere la diffusione dell'epidemia di Covid-19, tra cui la chiusura totale di bar e ristoranti a Marsiglia, seconda città del Paese, e all'area metropolitana che questa condivide con Aix-en-Provance. "Stato di allerta intensificato" per dieci città, tra cui Parigi.
A causa della preoccupante diffusione del coronavirus, l'area metropolitana di Aix-Marsiglia, nel sud-est, e la Guadalupa, nei Caraibi, sono state poste in una "zona di massima allerta", ha annunciato il ministro della Salute Olivier Veran in una conferenza stampa.

Questo livello di allerta, subito prima dello stato di emergenza sanitaria, porta alla chiusura totale di bar e ristoranti, misura temuta da un settore già molto indebolito dal confinamento primaverile. Inoltre, altre undici metropoli, tra cui Parigi, sono state collocate in una "zona di allarme rafforzata", il che implica in particolare la chiusura dei bar alle 22 e la limitazione degli incontri a 1.000 persone, contro le 5.000 attuali.

"La situazione continua a peggiorare nel complesso", ha avvertito Veran, in un momento in cui tutti gli indicatori si stanno deteriorando in Francia da diversi giorni. "C'e' ancora tempo per agire, le misure che stiamo prendendo sono volte a uscire da questa traiettoria", ha detto, invitando i francesi a rispettare il distanziamento e a non frenare con le cene o le riunioni con amici o familiari.