Libia, Ankara a fianco di Tripoli: "La Francia chieda scusa"

Libia, Ankara a fianco di Tripoli: "La Francia chieda scusa"

Il ministro della Difesa turco:da Parigi accuse false su presunte azioni di disturbo contro una nave francese in misisone Nato

libia turchia tripoli francia

© Operazione Vulcano di Rabbia handout via Anadolu - Truppe di Tripoli a Tarhunah

AGI - Il ministro della Difesa turco, Hulusi Akar, è volato in Libia, dove ha incontrato i militari turchi, dichiarando che la Francia "deve chiedere scusa alla Turchia" per le accuse delle scorse settimane rispetto a presunte azioni di disturbo da parte della marina turca nel Mediterraneo orientale a una nave militare francese impegnata in una missione Nato.      

"Non si tratta di falsità di origine militare, ma politica. La Francia deve chiedere scusa alla Turchia", ha detto Akar.

Al termine della visita ai militari turchi impegnati a sostenere il governo di Accordo Nazionale guidato da Fayez al Serraj, Akar ha ribadito che la Turchia non ha intenzione di compiere passi indietro in Libia.  "Siamo in Libia - ha sottolineato il ministro turco - nel rispetto del diritto internazionale e della giustizia, al fianco dei nostri fratelli libici. Rinunciare al nostro impegno in Libia è fuori discussione.