Non c'è prova che i guariti siano immuni dal Covid, dice l'Oms

Non c'è prova che i guariti siano immuni dal Covid, dice l'Oms

L'Organizzazione mondiale della sanità scoraggia i governi dall'introdurre 'passaporti di immunità' o 'certificazioni di zero-rischio': non è certo che gli anticorpi impediscano di ammalarsi nuovamente 

coronavirus oms nessuna prova che guariti siano immuni

Coronavirus

L'Organizzazione Mondiale della sanità ha fatto presente che non c'è prova alcuna che le persone che si sono ammalate e poi sono guarite dal Covid-19 siano immuni da un secondo contagio anche se hanno anticorpi. E questo dunque deve scoraggiare i governi a introdurre 'passaporti di immunità' o 'certificazioni di zero-rischio'.

"A questo punto dell'epidemia - si legge in un rapporto - non ci sono prove sufficienti sull'efficacia di un'immunità mediata dagli anticorpi per garantire l'accuratezza di un 'passaporto di immunità' o di un 'certificato zero-rischi'" e le persone che presumono di essere immuni a un secondo contagio potrebbero dunque aumentare la trasmissione del contagio.