I Vip che hanno contratto il coronavirus

I Vip che hanno contratto il coronavirus

Dalla politica allo sport, il virus ha contagiato (e ucciso) star di prima grandezza 

coronavirus vip

© GEOFF ROBINS / AFP
- Il premier canadese Justin Trudeau con la moglie

Il primo ministro britannico Boris Johnson è diventato l'ultimo Vip risultato positivo al COVID-19, dopo l'erede al trono d'Inghilterra, il principe Carlo.

Politica

Johnson ha rivelato su Twitter di aver sviluppato sintomi lievi: "Ora sono in autoisolamento, ma continuerò a guidare il governo in videoconferenza mentre combattiamo questo virus". Due giorni prima, anche il principe Carlo, figlio maggiore ed erede della regina Elisabetta II, era risultato positivo con sintomi lievi.

Il principe Alberto II di Monaco è risultato positivo, sebbene non ci siano "preoccupazioni per la sua salute", ha detto il palazzo il 19 marzo.

Michel Barnier, che conduce i negoziati dell'UE con la Gran Bretagna sulla Brexit, ha annunciato il 19 marzo di avere il virus. Il giorno dopo, il negoziatore principale della Gran Bretagna nei colloqui David Frost si è auto-isolato dopo aver mostrato sintomi lievi.

L'attivista climatica svedese Greta Thunberg ha detto martedì che era "estremamente probabile" che avesse contratto la malattia dopo aver manifestato sintomi a seguito di un viaggio nell'Europa centrale. Si è auto-isolata con suo padre.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau è stato isolato dal 13 marzo dopo che sua moglie Sophie Gregoire Trudeau è risultata positiva.

Il primo risultato del test per il cancelliere tedesco Angela Merkel è tornato negativo lunedì. La Merkel ha iniziato ad auto-isolarsi domenica dopo essere stata curata da un medico che successivamente si è rivelato positivo per il virus.

Martedì la Finlandia ha annunciato che il premio Nobel ed ex presidente finlandese Martti Ahtisaari, di 82 anni, ha contratto il virus.

Arte e spettacolo

La star afro-jazz Manu Dibango, 86 anni, martedì è morto a causa del COVID-19.

Terrence McNally, celebre drammaturgo americano, è morto martedì all'età di 81 anni, in seguito a complicanze del coronavirus.

La leggenda della musica congolese Aurlus Mabele, conosciuta come "King of Soukous", una variante moderna ad alta velocità della rumba congolese, è morta a Parigi la scorsa settimana, all'età di 67 anni.

La star dell'opera spagnola Placido Domingo ha dichiarato domenica di essere risultato positivo, aggiungendo di essere "in buona salute".

L'ex produttore hollywoodiano Harvey Weinstein, in prigione nello stato di New York dopo essere stato condannato a 23 anni per stupro e violenza sessuale, è rtisultato positivo

L'attore premio Oscar Tom Hanks e sua moglie, attrice e cantante Rita Wilson, hanno detto lunedì di stare meglio dopo quasi due settimane di quarantena in Australia.

L'attore britannico Idris Elba ha dichiarato il 16 marzo di essere risultato positivo e si è messo in isolamento.

Anche l'autore cileno Luis Sepulveda, che vive nel nord della Spagna, ha il virus ed è in ospedale. Ha avvertito i primi sintomi il 25 febbraio.

Sport

L'ex presidente del Real Madrid, Lorenzo Sanz, è morto il 21 marzo a 76 anni, tre giorni dopo essere stato ricoverato in ospedale con il coronavirus.

In Italia diversi giocatori della Juventus sono infetti, tra cui il vincitore della Coppa del Mondo 2018 in Francia Blaise Matuidi e l'attaccante argentino Paulo Dybala.

Positivi anche l'ex difensore del Milan Paolo Maldini e il figlio Daniele.

In Inghilterra, il manager dell'Arsenal Mikel Arteta è risultato positivo.

Anche l'icona del calcio turco Fatih Terim, manager del Galatasaray, è positivo.

Almeno 14 giocatori dell'NBA si sono dimostrati positivi, tra cui la superstar dei Brooklyn Nets Kevin Durant e il francese Rudy Gobert degli Utah Jazz