Boris Johnson positivo. Il ministro della Salute britannico anche

Boris Johnson positivo. Il ministro della Salute britannico anche

Il premier ha detto di avere sintomi lievi ma si è messo in quarantena a casa

coronavirus contagio Johnson Hancock positivo

© BEN STANSALL / AFP - Boris Johnson

Contagio nel governo britannico: il premier Boris Johnson è risultato positivo al coronavirus. "Sintomi lievi", come ha sottolineato lui stesso nel post su Twitter in cui lo ha annunciato, assicurando che continuerà a guidare da casa il governo e "la lotta al Covid-19" grazie "alla magia della tecnologia". Poco dopo, è stata la volta del ministro della Salute, Matt Hancock, di fare lo stesso annuncio, assicurando di avere "fortunatamente" sintomi lievi e di essere in quarantena a casa.

Il regime di auto-isolamento del premier durerà poco, solo una settimana e non due, ha specificato il suo portavoce. Per il momento, BoJo è chiuso al numero 11 di Downing Street, con pasti e documenti lasciati fuori dalla porta dagli assistenti che bussano e poi se ne vanno. La sua fidanzata Carrie Symonds, incinta, attualmente non vive con lui; sembra che gia' da qualche tempo avesse scelto l'auto-isolamento per proteggere la gravidanza.

La settimana scorsa, Downing Street aveva fatto sapere che in caso BoJo si fosse ammalato, a prendere temporaneamente le redini del governo sarebbe stato il ministro degli Esteri, Dominc Raab. Un'ipotesi che al momento non sembra presa in considerazione.

Da Buckingham Palace è arrivato immediatamente un comunicato nel quale si sottolinea che "la regina ha visto per l'ultimo volta il primo ministro l'11 marzo", in occasione dell'udienza settimanale. Da allora, l'appuntamento e' avvenuto per telefono. Elisabetta II resta in buona salute, ha aggiunto il Palazzo, come aveva gia' detto due giorni fa quando il principe Carlo aveva annunciato di essere stato contagiato.

Auguri di "pronta guarigione" sono stati espressi da tutto il mondo politico britannico: "Spero che la sua famiglia stia bene e in salute", ha scritto su Twitter il leader dell'opposizione Jeremy Corbyn, ricordando che il "coronavirus colpisce chiunque, la nostra salute dipende da tutti". Stesso messaggio è stato lanciato dal sindaco di Londra, Sadiq Khan, che, ringraziando BoJo "per tutto quello che il governo sta facendo per aiutarci a combattere" l'epidemia, ha esortato tutti a "seguire le regole e stare a casa".