Libia: salta la tregua, si torna a combattere a Tripoli

Libia: salta la tregua, si torna a combattere a Tripoli

Le milizie dell'Esercito nazionale libico (Lna)  hanno colpito l'aeroporto Mitiga di Tripoli, la capitale libica, con alcuni razzi.

Libia salta tregua

©
KARINE PIERRE / HANS LUCAS - Guerra in Libia

E' durata poche ore la tregua annunciata a Tripoli tra le milizie del Governo di accordo nazionale libico e le forze dell'Esercito nazionale di Khalifa Haftar. Gli scontri sono ripresi a sud della capitale nelle località di Ain Zara e Al Hirah. Le due parti, che avevano assicurato una tregua umanitaria per fare fronte all'emergenza di coronavirus, si accusano ora reciprocamente di aver violato i termini. 

Le milizie dell'Esercito nazionale libico (Lna)  hanno colpito l'aeroporto Mitiga di Tripoli, la capitale libica, con alcuni razzi violando ancora una volta la tregua umanitaria concordata sabato. Lo riporta Al Jazeera. Il capo delle forze di difesa di Tripoli ha invece accusato le milizie della Cirenaica di aver ucciso due donne nel bombardamento di una casa ad Ain Zara, nel sud della capitale. Da quando è stata siglata la tregua per permettere la risposta all'epidemia di Covid-19 sono morte cinque persone e altre sei sono rimaste ferite, denuncia Tripoli.