In Liberia la febbre Lassa ha già ucciso 21 persone

È una malattia virale acuta trasmessa principalmente da animali

morti febbre lassa africa
ZOOM DOSSO / AFP
Un ospedale in Liberia

Le autorità sanitarie in Liberia hanno annunciato che c'è stato un focolaio di febbre di Lassa, che secondo loro ha ucciso almeno 21 persone, tra cui un operatore sanitario, a partire da gennaio di quest'anno. Il viceministro della Sanità e capo dell'ufficio medico della Liberia, Francis Kateh, ha dichiarato alla Bbc che sono stati segnalati più di 90 casi in tutto il Paese; ma 25, inclusi i 21 decessi, sono stati finora confermati. La febbre di Lassa è una malattia virale acuta trasmessa principalmente da animali.

È endemica in alcune parti dell'Africa occidentale, tra cui Sierra Leone, Liberia, Guinea e Nigeria. Anche i Paesi vicini sono a rischio, secondo i centri statunitensi per il controllo delle malattie. In Liberia è diffusa principalmente da topi e scarafaggi. Kateh afferma che anche se la febbre di Lassa è stata un problema di salute nella norma in alcune parti della Liberia per molto tempo, le autorità vedono l'attuale focolaio come una fonte di grave preoccupazione perché si sta verificando in un periodo dell'anno in cui in genere non è previsto. L'assistenza sanitaria è ancora quasi inesistente nella maggior parte della Liberia con ospedali e cliniche privi di farmaci di base.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it