Un bimbo di due anni è stato ucciso da un leopardo in Sudafrica

I ranger hanno braccato e abbattuto il felino per evitare il ripetersi dell'incidente.

leopardo attacco sudafrica kruger

Un leopardo ha ucciso un bimbo di due anni e mezzo all'interno di un complesso recintato destinato allo staff nel parco nazionale del Kruger, vicino al suo confine meridionale. Il bimbo di 30 mesi "è stato dichiarato morto dai dottori all'ospedale Shongwe dove e' stato portato dai familiari".

L'attacco è avvenuto mercoledì sera: il leopardo è penetrato nella zona dove lo staff vive con le famiglie, separati dal resto del parco da una barriera elettrificata, e lo ha aggredito e ucciso. I ranger hanno braccato e abbattuto il felino per evitare il ripetersi dell'incidente.

L'attacco potrebbe essere stato causato da un'eccessiva abitudine al contatto con gli umani. "In parchi di questi tipo, i predatori interagiscono con turisti e staff e talvolta può succedere che le specie come il leopardo si abituino alle persone e perdano la paura nei confronti degli umani", ha spiegato un portavoce del parco. "Il cambiamento nel comportamento naturale può portare a sfortunati incidenti come questo". Episodi di questo tipo restano molto rari.

Il Kruger, uno dei più famosi e importanti parchi dell'Africa,  si estende su quasi 2 milioni di ettari al cui interno vivono oltre 500 specie di uccelli e 147 tipi di mammiferi.  



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it