Google: Ue, multa di 1,49 miliardi per abuso di posizione dominante

L'accusa è di aver imposto una serie di clausole restrittive nei contratti con i siti web terzi

Google Ue
 Afp
 Google

La Commissione europea ha inflitto una multa di 1,49 miliardi di euro a Google per aver violato le norme antitrust dell'Unione europea. Google avrebbe violato le regole di concorrenza avendo abusato della sua posizione dominante sul mercato imponendo una serie di clausole restrittive nei contratti con i siti web terzi, impedendo ai concorrenti di piazzare le loro pubblicità su tali siti.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it