Battuta all'asta per 625.000 euro una foglia della corona d'oro di Napoleone

È l'unica sopravvissuta insieme a quella conservata in un museo francese. Le altre furono fuse in un lingotto da Luigi XVIII

Battuta all'asta per 625.000 euro una foglia della corona d'oro di Napoleone

Una foglia d'oro della corona d'alloro con cui il 2 dicembre 1804, davanti ad uno stupito Papa Pio VII, Napoleone si incoronò imperatore a Notre Dame è stata battuta all'asta per 625.000 euro a Fontainebleau, dalla casa Osenat. La foglia, lunga 9,2 centimetri, pesa solo 10 grammi, venne realizzata dal gioiellerie Martin Guillaume Biennais che tenne per sè sei delle foglie della corona imperiale, donandone una a ciascuna delle sei figlie.

Quando con la restaurazione la monarchia venne ripristinata e sul trono di Francia si insediò, nel 1819, Luigi XVIII, il sovrano ordinò la distruzione della corona imperiale di Napoleone, che venne fusa e trasformata in un lingotto d'oro. Quella venduta oggi è l'unica foglia sopravvissuta insieme ad un'altra conservata al mueso di Fontainebleau, regalata dall'Imperatore al pittore Jean-Baptiste Isabey, che lo ritrasse.

Il dipinto più celebre dell'auto-incoronazione e di quella successiva della moglie Giuseppina di Beauharnais è opera di Jacques-Louis David e si trova al Louvre. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it