I bus di Lisbona alimentati al 100% con olio di cucina esausto

Il progetto "Powered by Biodiesel" è frutto di un accordo tra la società di trasporto pubblico di Lisbona, Carris e Prio, uno dei principali operatori avanzati nel settore dei carburanti e dei biocarburanti in Portogallo

bus biodisel olio cucina esausto 
AVENET PASCAL / HEMIS.FR / HEMIS.FR / HEMIS
Trasporto pubblico, Lisbona

Dopo una sperimentazione durata circa sei mesi ora sei autobus di una delle principali linee di trasporto pubblico a Lisbona saranno alimentati da biodiesel ricavato da olio esausto da cucina. Il progetto "Powered by Biodiesel" è frutto di un accordo tra la società di trasporto pubblico di Lisbona, Carris e Prio, uno dei principali operatori avanzati nel settore dei carburanti e dei biocarburanti in Portogallo.

"Una delle principali linee di autobus della città è ora alimentata al 100% con Prio B100, un diesel equivalente che è stato progettato, sviluppato e prodotto da Prio a partire da oli da cucina usati", ha dichiarato il direttore esecutivo di Prio Emanuel Proenca a Euractiv. "Ciò riduce le emissioni di gas a effetto serra dei combustibili fossili tradizionali dell'83%, riciclando e valorizzando al contempo un residuo che non ha uso alternativo e risparmiando le acque del mondo da questo materiale molto inquinante".

Con questo progetto, Carris è stata in grado di sostituire immediatamente l'uso di combustibili fossili senza costi di capitale aggiuntivi, poiché gli autobus sono gli stessi e non hanno avuto bisogno di adattamenti, ha detto Proenca. Quest'anno il governo portoghese ha stabilito un aumento obbligatorio dell'uso di biocarburanti dal 7% al 10%.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it