Dal noleggio delle auto alla startup per condividerla con tutti. Cosa fa GetMyCar 

È nata un anno fa da un progetto di ParkinGo, ha appena chiuso un round da 2,5 milioni 

Dal noleggio delle auto alla startup per condividerla con tutti. Cosa fa GetMyCar 

Per ora noleggia automobili, ma il suo obiettivo è sviluppare una piattaforma per il carsharing. E’ nata da poco, l’anno scorso, da ParkinGO, società di gestione di parcheggi negli aeroporti (ne ha 50 in 7 Paesi), ma ha appena chiuso un round seed da 2,5 milioni di euro.

La startup si chiama GetMyCar, è basata a Milano, e ora è partecipata per il 30% da Italglobal Partners (protagoniste dell’aumento di capitale). ParkinGO è il socio di riferimento con una quota del 60%, mentre il 10% è detenuto da altri soci e dai dipendenti. Fra gli investitori di GetMyCar anche Boost Heroes di Fabio Cannavale, fondatore e CEO di lastminute.com Group. 

Cosa fa GetMyCar

 
GetMyCar è guidata da Giuliano Rovelli, Presidente e Amministratore Delegato (anche founder di ParkinGO). La startup, al momento attiva in Sardegna a Olbia, Cagliari, Puntaldia, Porto Rotondo e Porto Cervo, sfrutta di ParkinGO i parcheggi presso gli aeroporti e il servizio di park scanner per garantire lo stato dell’auto in ingresso e in uscita dalle strutture. 

Uso intelligente dell’auto

Questo primo aumento di capitale servirà alla promozione e all’apertura delle nuove sedi, individuate nelle aree di parcheggio presenti nei principali aeroporti italiani. “Il nostro obiettivo - ha spiegato Rovelli - è attivare 20 nuove location entro la fine del 2018. Questa operazione - ha aggiunto - ci consente di entrare nel settore della mobilità innovativa che ha forti potenzialità di crescita ed è in continua evoluzione”.
 
Per Rovelli “l’automobile è una risorsa che viene sfruttata poco, a fronte degli alti costi di proprietà e mantenimento. La condivisione si configura come una soluzione smart per un utilizzo intelligente dell’auto”.

La sfida della sharing economy

A guidare il round di GetMyCar è stata Italglobal Partners, società di investimento fondata nel 2012 da Ruggero Jenna e Francesco Sala, attiva in settori tradizionali, che ha già chiuso operazioni in sei aziende, tra cui CMI (cerniere per elettrodomestici), AMF (accessori metallici per moda e pelletteria), Ideal (ingegnerizzazione e produzione di micro componenti metallici per occhiali).
 
 “L’ingresso nel capitale di GetMyCar per noi è una sfida da cogliere, anche in considerazione del fatto che fino a oggi abbiamo effettuato investimenti in settori più tradizionali e di taglio industriale - ha dichiarato Ruggero Jenna - abbiamo sposato il progetto e le prospettive di sviluppo di GetMyCar, entrando con un investimento importante nel capitale di una società che opera nella sharing economy.
 
Un ambito, questo, che si è decisamente affermato nel mondo e che è in grande crescita anche nel nostro Paese dove, secondo l’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano, nel 2016 sono stati acquistati oltre 10 milioni di corse di car sharing, rispetto ai 6 milioni del 2015”.
 


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.