E' il giorno del Samsung S10, ma forse sappiamo già tutto

Uno spot 'sfuggito' a una tv norvegese rivela le caratteristiche del nuovo smartphone di punta della casa coreana. Proprio alla vigilia del lancio

samsung galaxy s10

Un pulsante sbagliato e la sorpresa è rovinata. Sono bastati 30 secondi andati in onda per errore su una tv norvegese a vanificare lo show preparato a Londra da Samsung per il lancio del nuovo S10.

Dopo la criptica ed evocativa campagna pubblicitaria realizzata in luoghi iconici di alcune metropoli – da piazza del Duomo a Milano a Time square a New York – la casa coreana era stata abile a rilasciare indiscrezioni in pillole sul nuovo smartphone top di gamma, salvo poi incappare in un errore – in realtà non si sa quanto involontario – come trasmettere uno spot del Galaxy S10 su TV 2, il più importante canale privato della Norvegia.

La speranza (ammesso che fosse così) che nessuno ci facesse caso è stata vana: Endre Loeset ha puntualmente informato il sito The Verge che ha pubblicato il video . Cosa mostra? Nulla di che in realtà e questo stasera, quando alle 20 italiane l’S10 sarà presentato al Tobacco Dock è possibile che i fan restino un po’ delusi dalle novità introdotte. A partire dal tanto atteso modello con tecnologia 5G che, stando alle indiscrezioni circolate finora, dovrebbe approdare per il momento solo in Corea e in Giappone. E del resto, con l’assegnazione delle frequenze in alto mare quasi dappertutto in Europa (ma non in Italia) come potrebbe essere altrimenti?

Leggi anche: Storia del Samsung S in 10 capitoli

Cosa mostra, insomma, lo spot ‘sfuggito’ dalla stalla di Samsung? Tre fotocamere, innanzitutto. Nulla di nuovo: già Huawei le ha introdotte nel P20 un anno fa. Il display “con il buco”, ossia una visione a tutto schermo grazie ai sensori posti sotto il display e  solo un piccolo foro per la fotocamera, ma anche questo è stato già visto a fine gennaio su Honor 20 View. Nemmeno il sensore per l’impronta digitale sotto lo schermo è una novità Huawei lo ha già presentato ad ottobre con il lancio del Mate20, così come le tre fotocamere posteriori. E per quanto riguarda la ricarica wireless attraverso qualunque device compatibile (in pratica si avvicina il telefono a un altro smartphone o a un tablet e senza cavetti si ‘prende in prestito’ un po’ di carica) è anche questa già sul Mate20.

In compenso nessun accenno, nello spot, al prezzo, che a questo punto potrebbe essere la vera curiosità svelata stasera. Anche qui, però ci sono state diverse indiscrezioni: oltre all’S10 standard si parla di altri due modelli tra cui uno, l’S10+, con addirittura un Tera di memoria, poco al di sotto dei 1.500 euro e dell’entry-level S10e a metà di quella cifra.

La sorpresa, a questo punto, potrebbe venire da qualcosa di totalmente diverso e molto attesto, come il primo smartphone pieghevole di Samsung, lasciato intravedere in occasione della conferenza degli sviluppatori dello scorso novembre e da allora tenuto abilmente nascosto.  



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it