"Il governo crei le condizioni per le cessioni di crediti tra privati" 

"Il governo crei le condizioni per le cessioni di crediti tra privati" 

Il leader di Confindustria, Carlo Bonomi sul superbonus chiama le impresa alla responsabilità. Il governo prende "decisioni così affrettate, gettando nel panico imprese e famiglie e poi convoca le parti"

superbonus bonomi governo crei condizioni per cessioni crediti tra privati

© AGF - Carlo Bonomi

AGI - Un'assunzione di responsabilità dell'industria italiana sui crediti del Superbonus. È il richiamo del presidente di Confindustria Carlo Bonomi, all'assemblea degli industriali di Savona. "Io dico che anche noi ci dobbiamo assumere la nostra responsabilità: se il governo creasse le condizioni per fare cessioni di primo grado tra privati potrebbe aiutare le imprese che potrebbero acquistare i crediti che sono fermi".

Sul Superbonus quello che "lascia perplessi e non convince" è che il governo prende "decisioni così affrettate, gettando nel panico imprese e famiglie e poi convoca le parti". Lo ha detto il presidente di Confindustria Carlo Bonomi domandando se non sarebbe stato meglio convocare le imprese prima e poi assumere il provvedimento. Una situazione che potrebbe ripetersi con la revisione degli incentivi alle imprese: "non vorrei - ha detto Bonomi, all'assemblea degli industriali di Savona - che si facesse un disegno di legge quando non è ancora finita l'indagine parlamentare", quando invece le imprese potrebbero indicare le soluzioni.