Per i regali di Natale spenderemo 157 euro a testa, meno dell'anno scorso

Per i regali di Natale spenderemo 157 euro a testa, meno dell'anno scorso

Secondo le stime di Confcommercio la propensione a spendere è in calo dal 2015, ma se migliora la fiducia potrebbero esserci sorprese come per il black friday

regali natale spenderemo  meno anno scorso

© Luigi Narici / AGF 
- Shopping natalizio a Roma

AGI - La spesa media pro capite per i regali di Natale ammonterà a 157 euro. È la stima dell'ufficio Studi di Confcommercio, secondo cui il dato è in calo rispetto allo scorso anno (169 euro di spesa media reale e 158 in euro correnti) ed è il più basso da oltre un decennio.

La spesa aggregata per i regali di Natale (a prezzi 2022) era nel 2009 di 14,4 miliardi, scesa poi a 9,6 miliardi nel 2019, a 7,9 nel 2020 e 7,4 nel 2021. Ma secondo il direttore dell'ufficio studi di Confcommercio, Mariano Bella, "non ci sono segnali di particolare preoccupazione: ci aspettiamo sorprese positive in un contesto difficile, a meno che non ci sia un crollo della fiducia". 

La propensione a fare regali - secondo una ricerca Confcommercio - è decrescente dal 2015, e quest'anno si attesta al 41,7% contro il 41,1% del 2021 e il 43,8 del 2020. "È importante che il fenomeno della decrescita si sia arrestato - osserva il direttore dell'ufficio studi di Confcommercio Mariano Bella - è una cosa abbastanza importante in senso positivo". 

Nonostante la disponibilità delle risorse appaia ridotta, Confcommercio comunque nutre delle aspettative: se migliora la fiducia, come ha indicato l'andamento delle vendite durante il Black friday, Natale potrebbe non andare male per i consumi.