"Agire in grande" per superare la crisi, dice Janet Yellen 

"Agire in grande" per superare la crisi, dice Janet Yellen 

Il futuro Segretario al Tesoro americano ha esortato i senatori a fare presto ad approvare il pacchetto da quasi 2.000 miliardi di aiuti 

jane yellen usa segretario tesoro

© Afp - Janet Yellen 

AGI - Bisogna "agire in grande" sul fronte degli stimoli fiscali per far sì che la crisi economica innescata dalla pandemia duri il meno possibile. Janet Yellen, nominata del presidente eletto dagli Stati Uniti Joe Biden come Segretario al Tesoro, ha esortato i senatori, che dovranno ratificare la nomina, a fare presto ad approvare il pacchetto da quasi 2.000 miliardi di aiuti e stimoli all'economia.

"Né il presidente eletto, né io, proponiamo questo pacchetto di aiuti senza considerare il peso del debito del paese. Ma in questo momento, con i tassi di interesse ai minimi storici, la cosa più intelligente che possiamo fare è agire in grande", ha detto l'ex presidente della Federal Reserve, alla Commissione Finanze del Senato. "Credo - ha aggiunto - che i benefici supereranno di gran lunga i costi, soprattutto se ci preoccupiamo di aiutare le persone", ha aggiunto.
 

Come è composto il pacchetto di aiuti

Il pacchetto di aiuti proposto comprende 415 miliardi di dollari per sostenere la risposta degli Stati Uniti al virus e il lancio dei vaccini Covid-19, circa 1.000 miliardi di dollari in aiuti diretti alle famiglie e circa 440 miliardi di dollari per le piccole imprese e le comunità particolarmente colpite dalla pandemia. Molti americani dovrebbero ricevere pagamenti di 1.400 dollari, in aggiunta agli assegni da 600 dollari approvati dal Congresso il mese scorso in un disegno di legge contro la pandemia. Nel pacchetto dovrebbe entrare anche l'incremento da 300 a 400 dollari a settimana dell'assicurazione supplementare contro la disoccupazione estesa fino a settembre.

L'attacco a Trump
 

Yellen ha poi attaccato Donald Trump su dollaro e politica fiscale. L'ex presidente Fed ha smontato la tesi del presidente americano - che domani passerà il testimone a Biden - che ha spesso chiesto un dollaro più debole per aumentare le esportazioni statunitensi. La politica monetaria deve essere definita dal mercato e non è vero che un dollaro debole sia un vantaggio, ha affermato. Yellen ha poi criticato Trump per aver abbassato le tasse ai ricchi e alle grandi corporation. "Una parte di questi tagli - ha promesso - saranno aboliti".

Gli Stati Uniti, ha evidenziato, devono opporsi ai tentativi di altri paesi di manipolare artificialmente i valori delle valute per ottenere un vantaggio commerciale aggiungendo che l'obiettivo di utilizzare i tassi di cambio per il vantaggio commerciale e' "inaccettabile". Yellen ha poi detto che la Cina e' il piu' importante concorrente strategico degli Stati Uniti e l'amministrazione Biden dovra' reprimere le "pratiche abusive, sleali e illegali" della Cina.

Gin